Mercoledi, 24 Gennaio 2018

Back CREDITO Categorie Credito ABI: CALANO LE RAPINE IN BANCA DEL 14%, 18MILIONI IL BOTTINO COMPLESSIVO (-10%), 24MILA QUELLO MEDIO

ABI: CALANO LE RAPINE IN BANCA DEL 14%, 18MILIONI IL BOTTINO COMPLESSIVO (-10%), 24MILA QUELLO MEDIO


abirapinebanca3011.gif
http://www.wikio.it
  • Prec.
  • 1 of 2
  • Succ.

Secondo quanto fotografato dall'indagine condotta da Ossif, il Centro di ricerca ABI in materia di sicurezza, calano le rapine in banca nel primo semestre 2010 e diminuisce il bottino complessivo sottratto. Nello specifico nei primi sei mesi dell'anno sono stati 758 i colpi allo sportello, il 14% in meno rispetto agli 883 registrati nello stesso periodo dello scorso anno. Una diminuzione che, sottolinea l'Abi, conferma il trend positivo già registrato lo scorso anno (-19%) e che ha abbassato l'indice di rischio  (numero di rapine ogni 100 sportelli) da 5,1 a 4,5, il valore più basso registrato negli ultimi 20 anni.
Il bottino medio per rapina è stato pari nel primo semestre 2010 a 24mila euro, in linea con i livelli più bassi registrati nell'ultimo decennio. Cala invece il bottino complessivo che è risultato pari a 18 milioni di euro, il 10,5% in meno dello scorso anno (20,4 milioni).
Nel commentare i dati l Presidente dell’ABI, Giuseppe Mussari, ha sottolineato come molti passi avanti siano stati fatti, in termini di sicurezza e di lotta alla criminalità, da parte delle forze dell'ordine . Allo stesso tempo anche le banche hanno fatto la propria parte, investendo ampie risorse nei sistemi di sicurezza a tutela di clienti e dipendenti e collaborando con le stesse forze dell'ordine.
Secondo quanto riportato dall'Abi le banche investono ogni anno oltre 750 milioni di euro per rendere le proprie filiali sicure. Tra le misure adottate per la sicurezza dei dipendenti vi è anche un protocollo di formazione che si basa su un'apposita guida antirapina che recepisce suggerimenti di Polizia e Carabinieri.
Anche grazie a queste iniziative, riporta l'Abi, negli ultimi dieci anni le rapine in banca sono passate dal rappresentare l'8,5% del totale degli episodi criminosi al 4,9%. In più tra il 2004 e il 2009 la percentuale di rapine in cui si è giunti all'individuazione degli autori è passata dal 36% al 46%, grazie alla presenza in tutti gli sportelli di sistemi di ripresa.


COLLEGAMENTI SPONSORIZZATI



La riduzione delle rapine allo sportello è stata possibile anche grazie ai contributi del sistema bancario alla riduzione del contante che circola in Italia. Ricordiamo in proposito che secondo la BCE, il 20% delle banconote che circolano in Europa si registrano in Italia20%
delle banconote che circolano in Europa si registrano in Italia, tanto che ogni giorno circolano nelle tasche degli italiani complessivamente 3 miliardi di euro. Una riduzione dell'uso del contante come previsto anche dal progetto Sepa, permetterebbe anche un'inversione di tendenza nello sviluppo dell'economia sommersainversione
di tendenza nello sviluppo dell'economia sommersa, come recentemente riportato da uno studio di Visa Europe



LA MAPPA REGIONALE DELLE RAPINE
Secondo quanto riportato dall'Abi, le rapine nel primo semestre 2010 sono diminuite in 13 regioni, ovvero: in Abruzzo (-22,2%, da 18 a 14), in Calabria (-12,5%, da 8 a 7), in Emilia Romagna (-22,8%, da 79 a 61), in Friuli Venezia Giulia (-100%, nessuna da 4), in Liguria (-62,5%, da 32 a 12), in Lombardia (-23%, da 225 a 173), in Molise (-33,3%, da 3 a 2), in Puglia (-9,7%, da 31 a 28), in Sardegna (-75%, da 12 a 3), in Sicilia (-39,8%, da 98 a 59), in Toscana (-47,2%, da 72 a 38), in Trentino Alto Adige (-33,3%, da 3 a 2) e in Umbria (-25%, da 8 a 6). Dall'altra parte i dati negativi riguardano la Basilicata (dove le rapine sono aumentate da 3 a 4), la Campania (da 57 a 62), il Lazio (da 111 a 116), le  Marche (da 20 a 28), il Piemonte (da 60 a 89) e Veneto (da 39 a 54).

 

Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631

RISORSE:


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Investimenti

  • Prestiti

Assicurazioni

assicurazioni

Green Economy

greeneconomy

Innovazione

Innovazione

Politica e Società

ingranaggi

Consumatori

consumatori
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed