Giovedi, 19 Luglio 2018

Back CREDITO Categorie Credito ANTITRUST SANZIONA MASTERCARD ED 8 ISTITUTI DI CREDITO PER INTESE RESTRITTIVE DELLA CONCORRENZA

ANTITRUST SANZIONA MASTERCARD ED 8 ISTITUTI DI CREDITO PER INTESE RESTRITTIVE DELLA CONCORRENZA


antimastercardsanzione.gif
http://www.wikio.it
  • Prec.
  • 1 of 2
  • Succ.

“Intese restrittive della concorrenza”, questa l’accusa con la quale Antitrust, l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, ha comminato una multa a Mastercard e ad 8 banche, precisamente Mastercard, Monte dei Paschi di Siena, Banca Nazionale del Lavoro, Banca Sella Holding, Barclays Bank, Deutsche Bank, Intesa San Paolo, ICPBI, Unicredit.
La "colpa" di Mastercard è stata quella di mantenere alte la commissione interbancaria multilaterale (MIF) sui pagamenti attraverso le carte di credito e di debito, trasferendola sulle commissioni richieste ai negozianti convenzionati, con effetti sui prezzi praticati ai consumatori.
Allo stesso tempo le banche sono state accusate di aver alterato il mercato delle carte di credito, per il fatto di aver fissato clausole specifiche nei contratti coi i negozi, volte ad impedire il confronto con altri circuiti e strumenti di pagamento caratterizzati da una Mif più bassa, favorendo così il marchio MasterCard. La commissione interbancaria multilaterale (MIF) di Mastercard, infatti, è pari a circa lo 0,90% per ogni transazione, superiore del 30-40% a quella applicata dal principale circuito concorrente Visa, a fronte dello 0,30% applicato sulle operazioni transfrontaliere. L’incentivo ad applicare Mif elevate deriva: per le banche che emettono le carte dal fatto che al crescere del livello della Mif aumentano i ricavi direttamente realizzati essendo quest’ultima voce incassata dalle stesse banche che emettono la carta. Per le banche che invece stipulano i contratti con gli esercenti il vantaggio deriva dalla circostanza che esse realizzano ricavi crescenti al crescere del volume delle transazioni effettuate con il circuito.
Gli utenti con carta di credito Mastercard hanno dunque subito un aumento delle tariffe del tutto ingiustificato e per nulla connesso all’efficienza complessiva del sistema.
Per effetto del provvedimento adottato, Mastercard e le otto banche dovranno, entro 90 giorni, inviare all’Antitrust delle relazioni che dimostrino la cessazione di questi comportamenti anticoncorrenziali.


COLLEGAMENTI SPONSORIZZATI



Mastercard dovrà anche definire una commissione interbancaria che abbia giustificazioni economiche e di efficienza, mentre le banche dovranno predisporre contratti di convenzionamento privi di limitazioni concorrenziali.
Le associazioni dei consumatori Federconsumatori ed Adusbef hanno dichiarato soddisfazione per le sanzioni operate all’Antitrust, ritenendo il comportamento di Mastercard e delle banche aderenti al circuito scorretto e vessatorio nei confronti dei consumatori. Le due associazioni si sono dichiarate anche pronte a costituirsi in giudizio, per richiedere gli arretrati 60 centesimi per operazione. Allo stesso modo le associazioni hanno dichiarato di volersi schierare a fianco dell'Antitrust nel ricorso al Tar che Mastercard ha annunciato contro le sanzioni ricevute.


SANZIONI
Le entità delle sanzioni comminate dall'Antitrust ammontano ad un totale di oltre 6 milioni di euro, così  ripartito:
  • MasterCard Incorporated € 2.700.000
  • Banca Monte dei Paschi di Siena S.p.A. € 910.000
  • Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. € 240.000
  • Banca Sella Holding S.p.A. € 360.000
  • Barclays Bank plc. € 50.000
  • Deutsche Bank S.p.A. € 200.000
  • Intesa Sanpaolo S.p.A. € 700.000
  • ICBPI S.p.A. € 490.000
  • Unicredit S.p.A. € 380.000
 

Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631

RISORSE:

 

 


CREDIT
Si Ringrazia l'utente DJO PhotoDJO
Photo di flickr per l'immagine



blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Investimenti

  • Prestiti

Assicurazioni

assicurazioni

Green Economy

greeneconomy

Innovazione

Innovazione

Politica e Società

ingranaggi

Consumatori

consumatori
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed