Giovedi, 21 Giugno 2018

Back CREDITO Categorie Credito GUIDA AI CONTI CORRENTI : IL CONTO DEPOSITO DI CHEBANCA

GUIDA AI CONTI CORRENTI : IL CONTO DEPOSITO DI CHEBANCA


chebanca1.gif

Dopo aver esaminato le offerte del Conto Arancio, di IWBank e di Fineco (Vedi box in fondo alla pagina), proseguiamo nel nostro viaggio intorno ai conti di deposito e ai conti correnti online con le offerte di CheBanca, la banca del gruppo Mediobanca che ha recentemente lanciato due prodotti molto pubblicizzati sulle emittenti nazionali. Il primo dei due prodotti di cui oggi parliamo è il Conto Deposito CheBanca, un rapporto che permette di ottenere una remunerazione senza dubbio interessante sulle giacenze, con vincoli limitati a tre, sei o dodici mesi. Uno dei punti di maggior reclamizzazione del prodotto di CheBanca è la possibilità di ricevere l'importo degli interessi anticipatamente. In realtà non si ritiene che questa sia una grande novità: a pensarci bene, da un punto di vista monetario, il meccanismo di acquisto dei Bot nell'asta periodica è il medesimo, con sottoscrizione per il solo importo netto. Altro aspetto reclamizzato è la sicurezza dei risparmi: anche in questo caso non è una grande novità, essendo gli istituti bancari italiani aderenti al Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi. Caratteristica più interessante è invece la totale assenza di spese: il rapporto bancario in oggetto non prevede infatti né commissioni di apertura, né di gestione, né di chiusura o imposta di bollo, assolta dall'istituto di credito.

 

Collegamenti Sponsorizzati
 

Per quanto riguarda la remunerazione, riteniamo che si tratti di tassi creditori sicuramente concorrenziali. Fino al 15 settembre 2009 l'istituto di credito promette infatti di applicare l'1,50% a tre mesi, il 2% a 6 mesi e il 2,50% a 12 mesi (si tratta di tassi di interesse lordi). Le modalità di versamento sul Conto sono piuttosto ampie, a partire dall’accredito di contanti in una delle filiali dell’istituto, o, come accade per il Conto ArancioConto Arancio, tramite bonifici o RID. Identico al prodotto ING e ad altri conti deposito sono anche altre condizioni, quali la libertà di ritirare in qualsiasi momento il denaro versato (necessari due giorni lavorativi per il pervenimento del bonifico, a meno che il conto di appoggio non sia un conto CheBanca! in questo caso il passaggio è in tempo reale). Per attivare il conto è necessario seguire un semplice iter ben evidenziato nel sito della banca: dalla compilazione del modulo (online) alla firma e all’invio del contratto, unitamente a una fotocopia del documento di identità e del codice fiscale.

 

Voto: 7 ½ /10

 

ANALISI DEI PRINCIPALI CONTI CORRENTI:

  1. Guida ai Conti Correnti: il Conto Deposito di CheBanca



  

NOTE
In passato Roberto ha già affrontato il tema del conto corrente bancario
, mettendo a punto un'utile guida in dieci puntate sulle possibilità di risparmio nella gestione del conto corrente. Tra gli argomenti trattati, svariati consigli su come risparmiare sull'imposta di bollo, sulle spese di estratto conto e di gestione di bancomat e carte di credito (tradizionali e revolving). In più la guida tratta in modo semplice e preciso anche argomenti come il risparmio in relazione ai bonifici bancari, alla domiciliazione delle bollette domestiche su conto corrente e all'apertura e gestione di un conto deposito titoli

 

 

 

CREDIT
Si ringrazia l'utente _ES _ES di flickr per l'immagine


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Investimenti

  • Prestiti

Assicurazioni

assicurazioni

Green Economy

greeneconomy

Innovazione

Innovazione

Politica e Società

ingranaggi

Consumatori

consumatori
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed