Mercoledi, 24 Ottobre 2018

Back RISPARMIO ENERGETICO Categorie EcoCar INCENTIVI ALLA ROTTAMAZIONE AUTO MOTO 2008

INCENTIVI ALLA ROTTAMAZIONE AUTO MOTO 2008


milleproroghrtotta.gif

Nonostante i lavori alle camere procedano a rilento in attesa delle prossime elezioni politiche, fa piacere sapere che il cosiddetto: “decreto milleproroghe”, ovvero quel decreto “tampone” predisposto a fine 2007 al fine di prorogare i termini previsti da disposizioni legislative e disposizioni urgenti in materia finanziaria, ha completato il suo iter parlamentare con l'approvazione al senato. Pertanto si attende solo la decorrenza dei tempi previsti dalla pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale, per l'effettiva entrata in vigore. Il decreto tocca diversi ambiti di attuazione, vediamo in dettaglio ciò che riguarda la rottamazione di auto e motoveicoli!

gommadiretto.it

Collegamenti Sponsorizzati
 

 

  ROTTAMAZIONE AUTO

  • Sono stati aumentati gli incentivi per la rottamazione senza sostituzione. Oltre alle vetture euro 0 ed euro 1, si possono rottamare anche le vetture Euro 2 immatricolate prima del gennaio 1999. L'abbonamento gratuito a mezzi di trasporto pubblico viene riconosciuto per tre anni e non per uno come si era anticipato. Sono stati anche definiti i bonus che riguardano i servizi di car sharing, in alternativa all'abbonamento ai mezzi pubblici, per chi non risulti intestatario di veicoli già registrati, che ammontano ad 800 euro,ad esaurimento nei limiti della cifra totale stanziata che ammonta a 2 milioni di euro. Il contributo concesso per le spese di rottamazione viene elevato da 80 a 150 euro;

  • In attuazione del principio di salvaguardia ambientale ed al fine di incentivare la sostituzione, realizzata attraverso la demolizione, di autovetture ed autoveicoli per il trasporto promiscuo di categoria «euro 0», «euro 1» o «euro 2», immatricolati prima del 1º gennaio 1997, con autovetture nuove di categoria «euro 4» o «euro 5», che emettono non oltre 140 grammi di CO2 per chilometro oppure non oltre 130 grammi di CO2 per chilometro se alimentate a diesel, è concesso un contributo di euro 700 e l’esenzione dal pagamento delle tasse automobilistiche per una annualità, estesa per ulteriori due annualità se il veicolo rottamato appartiene alla categoria «euro 0». Il contributo è aumentato di euro 100 (per cui 800 euro totali) in caso di acquisto di autovetture nuove di categoria «euro 4» o «euro 5», che emettono non oltre 120 grammi di CO2 per chilometro. Il contributo è inoltre aumentato di euro 500 (per cui in totale 1200 euro) nel caso di demolizione di due autoveicoli di proprietà di persone appartenenti allo stesso nucleo familiare, secondo quanto attestato dal relativo stato di famiglia, purché conviventi.

  • Per la sostituzione, realizzata attraverso la demolizione, di autovetture, autoveicoli per trasporto promiscuo, autocarri, autoveicoli per trasporti specifici, autocarvan, come definiti dall'articolo 54, del decreto legislativo 30 aprile 1992, n.285decreto legislativo 30 aprile 1992, n.285, di massa massima fino a 3.500 chilogrammi, di categoria «euro 0» o «euro 1» e immatricolati prima del 1º gennaio 1999, con veicoli nuovi, di categoria «euro 4», della medesima tipologia ed entro il medesimo limite di massa, è concesso un contributo:
    a) di euro 1.500, se il veicolo è di massa massima inferiore a 3000 chilogrammi;
    b) di euro 2.500, se lo stesso ha massa massima da 3000 e fino a 3500 chilogrammi

  • Per l'installazione sui veicoli di impianti Gpl e a metano sono concessi incentivi rispettivamente di 350 e 500 euro.

ROTTAMAZIONE MOTOCICLI

fino al 31 dicembre 2008, in caso di acquisto di un motociclo fino a 400 centimetri cubici di cilindrata nuovo di categoria «euro 3», con contestuale sostituzione di un motociclo o di un ciclomotore di categoria «euro 0», realizzata attraverso la demolizione, sono concessi un contributo di euro 300 e l’esenzione dalle tasse automobilistiche per una annualità. Il costo della rottamazione è posto a carico del bilancio dello Stato, nei limiti di 80 euro per ciascun motociclo e di 30 euro per ciascun ciclomotore. Per i motocicli acquistati tra il 31 dicembre 2007 e la data di entrata in vigore della legge di conversione del presente decreto, gli adempimenti previsti dai commi 230 e 233 dell’articolo 1 della citata legge n. 296 del 2006 possono essere effettuati entro il 31 marzo 2008.

Le disposizioni hanno validità per i veicoli nuovi acquistati con contratto stipulato tra venditore e acquirente a decorrere dal 1º gennaio 2008 e fino al 31 dicembre 2008 ed immatricolati non oltre il 31 marzo 2009

[Via:Senato.itSenato.it]

CREDIT
Si ringrazia l'utente 
The Adventures of Kristin & AdamThe Adventures of Kristin & Adam di flickr per l'immagine.


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ecocar

  • Consigli e Guide

  • Ultime Solare

  • Eolico

  • Biomasse

Edilizia

edilizia

Famiglia

famiglia

Lavoro

Lavoro

Incentivi

incentivi

Consumatori

consumatori
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed