Martedi, 20 Novembre 2018

Back RISPARMIO ENERGETICO Categorie EcoCar AUTO ELETTRICA: COME SI STA MUOVENDO IL MERCATO IN CINA, USA ED EUROPA

AUTO ELETTRICA: COME SI STA MUOVENDO IL MERCATO IN CINA, USA ED EUROPA


autoelettricacina.gif
http://www.wikio.it
  • Prec.
  • 1 of 2
  • Succ.
Auto Eettrica: Come si Sta Muovendo il Mercato in Cina,Usa ed Europa | Standard Sicurezza | Ricarica | Ambiente |

Il recente Auto China Motor Show di Pechino ha confermato un dato: il mercato cinese delle auto elettriche rischia di diventare uno dei pezzi forti dell’industria automotive dei prossimi tre anni, almeno a giudicare dalle mosse attese e annunciate da parte dei principali big internazionali. All’evento – uno dei più importanti al mondo, soprattutto dopo che la Cina ha superato gli Stati Uniti come mercato auto per volumi di vendita del 2009 – sono state presentati 95 prototipi di nuove auto elettriche, confermando le prospettive di futura crescita del segmento. Tra i principali attori del settore, rileviamo la scelta di Toyota, che ha annunciato che offrirà presto al mercato cinese la propria Camry, un modello ibrido che rappresenterà l’anteprima di nuovi prototipi in fase di sviluppo per il Paese. General Motors ha invece dichiarato di predisporre il lancio della Volt per il 2011, cui seguirà la Cadillac Converj e l’ibrida Cadillac XTS. Nissan, più o meno nello stesso periodo, spingerà sul mercato l’elettrica Leaf, mentre BMW punterà sulla nuova X6. L'alto prezzo relativo per le auto elettriche, rispetto ai modelli a benzina convenzionale e l'attuale mancanza di sussidi e di reti di ricarica in Cina, sembra voler significare che nessuna delle imprese si aspetta un rapido ritorno dai propri investimento. Tuttavia i grossi problemi di inquinamento atmosferico della Cina hanno portato il governo a dichiarare che entro il 2012 si aspettano oltre 60mila veicoli elettrici sulle strade. Per questo stesso motivo le aziende che investono in questo campo si attendono sussidi e sostegni già a partire dal luglio di quest'anno.
Intanto, in Europa, recente è la notizia che vuole la norvegese Think in trattative avanzate per concludere le negoziazioni con la Greater London Authority al fine di lanciare le proprie auto elettriche nel mercato del Regno Unito entro la fine dell’anno, anticipando la Nissan Leaf e la Mini elettrica. Stando alle ultime indiscrezioni, la Think City costerà sui 20 mila euro grazie a un contributo governativo di circa 5 mila euro. Think non è d’altronde nuova alle operazioni sui mercati esteri, avendo già concluso intese in Spagna, in Olanda e in Svezia, ma soprattutto per scopi aziendali.


COLLEGAMENTI SPONSORIZZATI



Nel contempo Auto Eettrica: Come si Sta Muovendo il Mercato in Cina,Usa ed Europa | Standard Sicurezza | Ricarica | Ambiente | l'Europa sembra aver finalmente attivato progetti comuni per la creazione di alcuni standard attorno a cui sviluppare le auto elettriche. Si parla di almeno 40 azioni pratiche che porteranno già quest'anno a definire gli standard sulla sicurezza di ricarica, mentre il prossimo anno dovrebbero essere pronti quelli per la ricarica delle auto. Già nel 2012 invece dovrebbero essere definiti quelli per la sicurezza dei veicoli. Nonostante molti esperti siano critici verso queste tempistiche il commissario europeo all'industria, Antonio Tajani, ha affermato la necessità di affrettare i tempi per recuperare il gap nei confronti di Usa, Giappone e Cina. La notizia è stata accolta positivamente dalle associazioni ambientaliste che però si auspicano che l'energia per le auto elettriche possa venire comunque da fonti pulite.
Non mancheremo di segnalare i futuri sviluppi della questione
  [Via: Businessgreen.comBusinessgreen.com ]
CondividiCondividi

gommadiretto.it

RISORSE:


Auto Eettrica: Come si Sta Muovendo il Mercato in Cina,Usa ed Europa | Standard Sicurezza | Ricarica | Ambiente |

CREDIT
Si ringrazia l'utente frankhfrankh di flickr per l'immagine



blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ecocar

  • Consigli e Guide

  • Ultime Solare

  • Eolico

  • Biomasse

Edilizia

edilizia

Famiglia

famiglia

Lavoro

Lavoro

Incentivi

incentivi

Consumatori

consumatori
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed