Sabato, 18 Agosto 2018

Back RISPARMIO ENERGETICO Categorie Edilizia EFFICIENZA ENERGETICA: IN NOVE EDIFICI SU DIECI PRESENTI RILEVANTI DISPERSIONI DI CALORE

EFFICIENZA ENERGETICA: IN NOVE EDIFICI SU DIECI PRESENTI RILEVANTI DISPERSIONI DI CALORE


termofoto1502.gif
  • Prec.
  • 1 of 2
  • Succ.

Nell'anniversario del Protocollo di Kyoto, Legambiente ha lanciato la campagna “Tutti in classe A”, dedicata a sensibilizzare sul tema dell'efficienza energetica nell'edilizia residenziale e pubblica. Secondo l'associazione il campo dell'edilizia potrebbe diventare il settore di punta dell’innovazione energetica e insieme alle energie rinnovabili potrebbe contribuire sia alla riduzione delle bollette dei cittadini che alla creazione di nuovi posti di lavoro.
Attualmente la situazione dell'edilizia in Italia sul fronte dell'efficienza energetica è piuttosto critica con pesanti ripercussioni sia sull'ambiente che sulle tasche dei cittadini. Pareti non isolate, finestre inadeguate, ponti termici tra diversi materiali sono elementi comuni nelle case italiane e sono responsabili in nove casi su dieci di rilevanti dispersioni di calore con la conseguente necessità di un maggiore ricorso ai sistemi di riscaldamento (o di condizionamento, in estate). Una situazione di non poco conto visto che secondo le stime del Ministero dello Sviluppo economico, il peso degli usi civili rappresenta circa il 50% dei consumi elettrici e il 33% di quelli energetici totali. Per cui da case non efficienti derivano buona parte dei gas climalteranti. Sul fronte dei costi il responsabile Energia di Legambiente, Edoardo Zanchini, ha ricordato che le case di “Classe A”, a parità di comfort, possono ridurre sensibilmente la spesa per il riscaldamento invernale e fare a meno dei condizionatori d’estate, riducendo fino a un i costi, per un risparmio tra i 200 e i 500 Euro l’anno a famiglia. In termini numerici basti pensare che un edificio certificato di Classe A ha bisogno di circa 30 kWh/mq all'anno per il riscaldamento, contro i 70 kWh/mq anno di un edificio nuovo di Classe C e i 120 kWh/mq anno di un edificio di Classe E.


PRINCIPALI RISULTATI
I dati parlano chiaro su 100 edifici tra appartamenti e uffici analizzati dai tecnici di Legambiente in 15 città italiane, solo 11 (tutti costruiti a Bolzano) sono stati quelli “promossi” dall'associazione. Insomma un quadro desolante (seppur parziale della situazione) in cui la quasi totalità degli edifici censiti durante la campagna ha presentano carenze strutturali relative alle dispersioni di calore.



COLLEGAMENTI SPONSORIZZATI



E i risultati si vedono tutti, visto quanto emerso recentemente dal dossier della stessa Legambiente sulla qualità dell'aria delle città italiane (Mal d’aria 2011Mal d’aria 2011 ).
L'associazione ha poi sottolineato che gli edifici analizzati sono in larga parte recenti, costruiti negli ultimi dieci anni e che non sono i costi ad aver scoraggiato il ricorso all'efficienza energetica. Infatti, la differenza di costo di una Casa di Classe A rispetto ad una “normale” è del 5-10% sul costo di costruzione, stimabile in circa mille euro a metro quadro, contro un prezzo di vendita che raggiunge anche i 3-4mila. Per Legambiente, perciò non esiste alcuna ragione economica o tecnica che possa impedire che tutti i nuovi edifici siano progettati e costruiti per essere in Classe A e che possano sfruttare l’energia di pannelli solari termici o fotovoltaici, pompe di calore geotermiche o di altri impianti da fonti rinnovabili per arrivare ad azzerare i consumi energetici. Tuttalpiù che l'Unione Europea con la Direttiva 31/2010, ha introdotto l'obbligo per cui dal 2021 tutti i nuovi edifici dovranno avere caratteristiche tali da non aver bisogno di apporti per il riscaldamento e il raffrescamento, oppure dovranno essere in grado di soddisfarli attraverso l’uso di fonti rinnovabili.
Il dossier : “Tutti in classe A” è scaricabile sul sito di Legambiente al seguente indirizzoseguente
indirizzo


NOTE
Per realizzare questa indagine Legambiente ha utilizzato un apposito macchinario capace di evidenziare le caratteristiche termiche ed energetiche dei materiali nelle pareti esterne dell’edificio, su delle particolari foto, chiamate termofoto (vedi immagine).

 

Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631
RISORSE:

blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ecocar

  • Consigli e Guide

  • Ultime Solare

  • Eolico

  • Biomasse

Case ed Immobili 

immobili

Famiglia

famiglia

Lavoro

Lavoro

Incentivi

incentivi

Consumatori

consumatori
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed