Sabato, 25 Novembre 2017

Back RISPARMIO ENERGETICO Categorie News DA GREENPEACE LA CLASSIFICA DELLE CASE EDITRICI ITALIANE SALVAFORESTE

DA GREENPEACE LA CLASSIFICA DELLE CASE EDITRICI ITALIANE SALVAFORESTE


salvaforgreen1512.gif
http://www.wikio.it
  • Prec.
  • 1 of 2
  • Succ.

Dopo aver rilasciato nelle scorse settimane la guida verde “Foreste a Rotoli” per l'acquisto responsabile di carta igienica, rotoloni, tovaglioli e fazzoletti usa e gettaguida
verde “Foreste a Rotoli” per l'acquisto responsabile di carta
igienica, rotoloni, tovaglioli e fazzoletti usa e getta, Greenpeace torna sull'argomento per sensibilizzare i consumatori sul tema della carta. Questa volta sotto la lente di ingrandimento della associazione sono finite le case editrici italiane, valutate e classificate in base alla sostenibilità della carta utilizzata nei propri libri. La seconda edizione della classifica “Salvaforeste” ha preso in considerazione 110 case editrici, quasi il doppio rispetto alle 60 analizzate nella precedente edizione. La prima edizione, diffusa lo scorso maggio al Salone Internazionale del Libro di Torino mise in luce che le politiche delle case editrici italiane non erano proprio all'insegna della sostenibilità ambientale. L'Italia, infatti, si qualificava come uno dei più importanti acquirenti europei di carta indonesiana e il maggior cliente del campione della deforestazione APP (Asia Pulp and Paper). Il risultato di questa scelta è che grossa parte dei libri italiani contribuivano alla deforestazione di Sumatra e alla minaccia degli oranghi indonesiani.
La prima edizione di salvaforeste ha contribuito a migliorare la situazione, in quanto molti editori hanno cambiato le proprie abitudini di acquisto per garantire ai lettori la sostenibilità dei propri libri. Nello specifico, sottolinea Chiara Campione, responsabile della campagna Foreste di Greenpeace Italia, il numero delle case editrici valutate positivamente si è triplicato passando da 15 a 45. In termini percentuali circa il 41% delle case editrici esaminate è stata valutata positivamente. Più in concreto 15 case editrici (il 13,63%) hanno raggiunto il punteggio massimo “4” raggiungendo il livello “amici delle foreste” mentre 25 editori (il 22,72%) hanno raggiunto il livello sostenibilità e trasparenza con un punteggio compreso tra 3,9 e 3. E ancora 36 (32,73%) case editrici hanno raggiunto il terzo livello “potrebbero far meglio” con un punteggio compreso tra 2,9 e 1,1, mentre 2 editori (1,82%) hanno raggiunto un punteggio compreso tra 1 e 0,1 guadagnandosi l'appellativo “da evitare”. Ma c'è chi ha fatto peggio, ovvero 32 editori (il 29, 1% del totale che non hanno risposto alle domande di Greenpeacerisposto
alle domande di Greenpeace, dimostrandosi disinteressate e aggiudicandosi così un punteggio uguale a 0.

 


COLLEGAMENTI SPONSORIZZATI



Secondo l'associazione lo stimolo ad ampliare la classifica rispetto alla prima edizione è giunto dai lettori che hanno spedito centinaia di email per richiedere che venissero valutate anche altre case editrici. Lo stesso è accaduto da parte di insegnanti e genitori affinchè fosse valutata la sostenibilità dei libri scolastici.
Nonostante l'impegno di alcuni editori, ha concluso Chiara Campione, sono ancora troppe le aziende che con politiche di acquisto della carta assolutamente inadeguate si rendono corresponsabili della distruzione delle foreste tropicali. La classifica completa delle case editrici è disponibile a questo indirizzoquesto indirizzo e può essere utile ai lettori per mettere pressione alle aziende “bocciate” affinchè modifichino le proprie azioni in favore di una maggiore sostenibilità e trasparenza. D'altro canto Greenpeace ha già dimostrato con la ecoguida ai prodotti elettroniciecoguida
ai prodotti elettronici che questo genere di campagne e pressioni dei consumatori si traducono sempre in un miglioramento dei prodotti e dei processi aziendali.

 

Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631

RISORSE:

CREDIT
Si ringrazia l'utente Horia VarlanHoria
Varlan di flickr per l'immagine


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ecocar

  • Consigli e Guide

  • Ultime Solare

  • Eolico

  • Biomasse

Edilizia

edilizia

Famiglia

famiglia

Lavoro

Lavoro

Incentivi

incentivi

Consumatori

consumatori
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed