Martedi, 21 Maggio 2019

Back RISPARMIO ENERGETICO Categorie News GUERRA AI SACCHETTI DI PLASTICA: IL 73% DEGLI ITALIANI PREFERISCE LA SPORTA RIUTILIZZABILE

GUERRA AI SACCHETTI DI PLASTICA: IL 73% DEGLI ITALIANI PREFERISCE LA SPORTA RIUTILIZZABILE


legambrevoplasti2911.gif
http://www.wikio.it
  • Prec.
  • 1 of 2
  • Succ.

A poco più di due mesi dal lancio della petizione online “Mettici la firma!”, lanciata per sensibilizzare contro l'utilizzo dei sacchetti di plastica, durante le giornate di Puliamo il Mondo, Legambiente comunica di aver raccolto oltre 100 mila firme. La petizione, lo ricordiamo, impegnava i firmatari in prima persona a fare a meno dei sacchetti di plastica e voleva essere un monito per il Ministro dell'Ambientea
fare a meno dei sacchetti di plastica e voleva essere un monito per
il Ministro dell'Ambiente, Stefania Prestigiacomo, affinché non rimandasse ulteriormente lo stop alla commercializzazione dei sacchi non rispondenti ai criteri fissati dalla norma tecnica comunitaria EN 13432.
Il Governo, secondo quanto riporta, il direttore generale di Legambiente, Rossella Muroni, ha dichiarato di volere la dismissione delle vecchie buste di plastica a partire da gennaio 2011. Tuttavia a distanza di un mese dal bando, mancano ancora i decreti attuativi per completare l’iter di legge in realtà e predisporre effettivamente le modalità con cui dovrebbero orientarsi i produttori, la grande distribuzione e i consumatori stessi.
In attesa segnali da parte dell'esecutivo, Legambiente ha svolto un referendum simbolico, dal titolo “Vota il Sacco”, davanti ai supermercati della grande distribuzione per chiedere ai consumatori cosa utilizzeranno al posto della plastic bag, a partire dal prossimo anno. I volontari dell'associazione hanno raccolto 19723 voti in 98 seggi nelle piazze e nei supermarket di 80 comuni italiani. Secondo i risultati raccolti, il 73,4% dei cittadini preferisce la sporta riutilizzabile, il 16,2% sceglierebbe il sacchetto in bioplastica, mentre il 10,4% adotterà la busta di carta.
L'ipotesi più conveniente a livello economico, risulta essere anche la preferita dagli intervistati, è il sacchetto riutilizzabile. I sacchetti di carta e di plastica biodegradabile, invece risultano valide alternative come soluzione di emergenza, sebbene risultino comunque migliore dei comuni sacchetti di plastica.

 


COLLEGAMENTI SPONSORIZZATI



I sacchetti di bioplastica, infatti, sono riutilizzabili e sono utili per tutte le frazioni di rifiuti differenziati con l'esclusione della plastica, mentre il sacchetto di carta si può usare parzialmente per riciclare la carta e il cartone e, occasionalmente, per l'umido riciclabile.


UNA RIVOLUZIONE GIÀ IN CORSO
Secondo Legambiente la rivoluzione degli stop ai sacchetti di plastica è già in corso nel Nostro Paese. Sono infatti diversi i negozi e magazzini che hanno già sostituito parzialmente o totalmente i sacchetti di plastica con borse della spesa riutilizzabili, sporte in iuta “equo e solidale”, oppure sacchetti di carta o plastica di origine vegetale. Allo stesso tempo si contano già un centinaio di comuni che hanno dato avvio a iniziative per l'eliminazione delle shopper, mentre 250 hanno affermato di averne l’intenzione.

[Via: LegambienteLegambiente]

Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631
RISORSE:
 
CREDITS
Si ringrazia l'utente frankservaygefrankservayge di flickr per l'immagine


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ecocar

  • Consigli e Guide

  • Ultime Solare

  • Eolico

  • Biomasse

Edilizia

edilizia

Famiglia

famiglia

Lavoro

Lavoro

Incentivi

incentivi

Consumatori

consumatori
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed