Mercoledi, 18 Ottobre 2017

Back RISPARMIO ENERGETICO Categorie News LA SETTIMANA EUROPEA PER LA RIDUZIONE DEI RIFIUTI E LA GIORNATA DEL NON ACQUISTO

LA SETTIMANA EUROPEA PER LA RIDUZIONE DEI RIFIUTI E LA GIORNATA DEL NON ACQUISTO


buynothingday.gif

Nella settimana in corso ricorrono due importanti eventi all'insegna del risparmio, ma con il grande obiettivo di dare un po' di fiato al nostro Pianeta, sempre più soffocato dalle logiche del consumismo e dai sui scarti. Cominciamo col dire che, quella in corso è la settimana Europea per la riduzione dei rifiuti, a cui il nostro Paese, aderisce e partecipa per la prima volta. La manifestazione nata dai cugini D'Oltralpe, in collaborazione con l'Unesco e l'Acr (associazione Città e Regioni per il riciclo e l'uso sostenibile delle risorse) si propone l'ambizioso obiettivo di ridurre la quantità europea di rifiuti pro capite prodotta ogni anno di un sesto, nello specifico portare la media europea dagli attuali 600 kg di rifiuti prodotti ogni anno , a mezza tonnellata. Una riduzione di tale portata deve passare da una più attenta coscienza ambientale, volta, da un lato, ad una più capillare opera di smaltimento differenziato dei rifiuti, e dall'altro dal cambiamento delle scelte di consumo, verso quei prodotti che riducano al minimo gli imballaggi. Gli imballaggi dei prodotti sono uno dei punti focali della questione, infatti, sono responsabili di circa il 40% della quota pro capite dei rifiuti urbani, prodotta in un anno dai cittadini europei.

Collegamenti Sponsorizzati
 

Questa manifestazione, può essere anche una grande occasione per unire agli scopi ambientali anche qualche opportunità di risparmio. Secondo l'associazione Altroconsumo, infatti, basterebbero alcune modifiche alle nostre abitudini di consumo per garantirci un risparmio di oltre 300 euro l'anno a famiglia. Tra questi consigli si segnala, l'utilizzo dell'acqua del rubinetto, al posto dell'acqua in bottiglia (nei comuni ove possibile) che, di per sé, comporterebbe un risparmio annuo di 300 euro a famiglia e circa 30 kg in meno di plastica. L'acquisto di frutta e verdura sfusa, anziché, confezionata, di modo da evitare circa 8 g di plastica all'anno di imballaggi e risparmiare indirettamente, grazie al fatto che si acquisterebbe solo le quantità effettivamente necessarie. Da ultimo viene consigliato l'utilizzo dei detersivi alla spina, al posto di quelli tradizionali, per un risparmio di 15 euro annui e ben 4 kg di plastica in meno. La seconda iniziativa che voglio segnalarvi è la giornata del non acquisto, o se volte, il “Buy Nothing Day”, che cade venerdì 28 novembre nel il Nord America, e sabato 29 novembre nel resto del Mondo. L'obiettivo di questa giornata è quello di fermarsi un secondo a riflettere sugli effetti del consumismo, che hanno portato recentemente l'America in primis e, di concerto, il resto del mondo cosiddetto civilizzato, ad una crisi finanziaria ed economica globale. L'unica via di uscita, secondo i promotori, è quella di incominciare a ridurre i consumi e lo spreco di risorse, in quanto questa via non risulta percorribile all'infinito e , anzi, già ora mostra i primi segni di collasso. L'idea allora è quella di chiudere i rubinetti delle nostre carte di credito e portafogli ed uscire dagli schemi del mondo consumistico per 24 ore. L'iniziativa mira anche a sensibilizzare i consumatori affinché passino questo Natale in modo differente, per ciò che riguarda i consumi, limitando le spese, e lanciandosi, così nel 2009 con un piglio e un modo di affrontare la vita diverso. Maggiori informazioni sul “ Buy Nothing Day”, sono disponibili al seguente indirizzo.

 

CREDIT
Si ringrazia l'utente Marco DG di flickr per l'immagine


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ecocar

  • Consigli e Guide

  • Ultime Solare

  • Eolico

  • Biomasse

Edilizia

edilizia

Famiglia

famiglia

Lavoro

Lavoro

Incentivi

incentivi

Consumatori

consumatori
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed