Lunedi, 16 Luglio 2018

Back RISPARMIO ENERGETICO Categorie News NUVOLE SOTTOTERRA…?!

NUVOLE SOTTOTERRA…?!


Image

Cos'hanno in comune il famosissimo e megagalattico albergo a vela di Dubai, nonché l'aeroporto della stessa città, lo stadio Bernabeu di Madrid e la molto più modesta metropolitana di Piazza San Babila a Milano? Così di primo acchito nulla direi..e invece una cosa c'è, e nemmeno di secondo piano.. Si tratta dell'impianto di condizionamento alternativo, che consente di sostituire alla tradizionale aria condizionata alimentata ad energia elettrica, un innovativo sistema tecnicamente definito "sistema adiabatico" che sfrutta l'omonimo principio fisico. Questo sistema, momentaneamente installato in via sperimentale dall'azienda ATM nel metrò S.Babila è composto da una serie di ventilatori installati sul soffitto della banchina che mettono in circolazione vapore acqueo.

 

Collegamenti Sponsorizzati

Dal punto di vista fisico questo vapore acqueo si crea dal passaggio dell'acqua a 100 atmosfere attraverso un percorso composto da augelli in ceramica. Evaporando l'acqua sottrae calore e in questo modo "i milanesi" percepiscono immediatamente una temperatura inferiore fino a dieci gradi rispetto a quella esterna,  il che, già in senso assoluto è un risultato di tutto rispetto, figurarsi poi se rapportato allo stress derivante dalle non facili condizioni in cui sono costretti a viaggiare quotidianamente i cittadini (avete mai provato a prendere il metrò alle 7.30 di una "fresca" mattinata di metà luglio con altre centinaia di persone che fanno la stessa cosa??) Oltre al refrigerio percepito dai pendolari vanno sottolineati anche i benefici "ambientali" di questa soluzione, che permette il risparmio della corrente elettrica necessaria per l'aria condizionata. Questo sistema è stato inventato da una azienda di Cinisello Balsamo circa tre anni fa e può essere utilizzato sia nei luoghi chiusi che in quelli all'aperto con consumi ovviamente ridottissimi. Nello specifico l'impianto installato in San Babila consuma 2 kw/h, insieme al consumo idrico che è all'incirca di 140 litri all'ora per banchina, dato, quest'ultimo, che non deve preoccupare se si considera  il fatto che in una abitazione se ne consumano mediamente circa 15 al minuto! I vantaggi sono evidentissimi e la sensazione di benessere è assicurata, soprattutto in questi giorni in cui il caldo torrido non sembra dare tregua! Speriamo solo che la sperimentazione abbia gli esiti sperati e che questo interessante sistema refrigerante venga esteso anche ad altre stazioni del metrò e, perché no, ad altri luoghi pubblici

[Fonte: IlGiorno.it][Fonte: IlGiorno.it]


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ecocar

  • Consigli e Guide

  • Ultime Solare

  • Eolico

  • Biomasse

Edilizia

edilizia

Famiglia

famiglia

Lavoro

Lavoro

Incentivi

incentivi

Consumatori

consumatori
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed