Sabato, 25 Novembre 2017

Back RISPARMIO ENERGETICO Categorie News IBM RICICLA I CHIPS E OTTIENE PANNELLI SOLARI

IBM RICICLA I CHIPS E OTTIENE PANNELLI SOLARI


Silicon Wafer

Che cosa hanno in comune le aziende produttrici di materiali elettronici per pc e telefonini, con le aziende che operano nel comparto dell'energia solare? Non molto per la verità, tranne forse materie prime come il silicio, utilizzato sia per i semiconduttori dei microchip, che per rivestire i pannelli solari. In realtà, grazie al lavoro di ricerca di Ibm questi due comparti si troveranno ad essere molto più vicini che in passato. Ibm, infatti, ha introdotto un nuovo processo ingegneristico, attraverso il quale è possibile recuperare il silicio utilizzato per i semiconduttori dei microchip, che, può così essere riutilizzato anche come materia prima per la costruzione dei pannelli solari. Grazie a questa tecnica innovativa Ibm si è aggiudicata il premio 2007 per il miglior progetto per la prevenzione dell'inquinamento. Ma andiamo con ordine. Il tutto nasce da un dato, 250000, ovvero il numero di superficie (wafers) destinate all'utilizzo nell'industria dei microchip, che vengono prodotte giornalmente.

Collegamenti Sponsorizzati
 

Di queste, stima IBM, almeno il 3.3% sono scartate perché non idonee ad essere utilizzate. Normalmente queste superfici vengono distrutte in quanto su di esse sono impressi dei circuiti che fanno riferimento a diritti di proprietà intellettuale, che ne impediscono alcun riutilizzo. Ed è proprio a questo punto che interviene il processo di recupero congeniato da Ibm, del quale, tuttavia, non si conoscono ancora i dettagli. Tuttavia i vertici aziendali fanno sapere  che, a seconda delle scelte in merito a come processare i wafer riciclati, i produttori di pannelli solari potranno ottenere un risparmio di energia compreso tra il 30% e il 90%. Al quale si affiancano i benefici ambientali dovuti alla riduzione delle emissioni di anidride carbonica. Per ciò che riguarda i benefici di costo di qusto processo, Ibm stima che nel 2007 verranno risparmiati 1.5 milioni di dollari a cui andrà aggiunta una somma  equivalente in forza del valore ricavato dalla vendita dei wafer riciclati. Insomma Ibm ha fatto di nuovo centro, ridurre i costi di produzione e dare nuovo slancio all'industria del solare. Maggiori informazioni (in inglese)  sono disponibili sul sito IBM


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ecocar

  • Consigli e Guide

  • Ultime Solare

  • Eolico

  • Biomasse

Edilizia

edilizia

Famiglia

famiglia

Lavoro

Lavoro

Incentivi

incentivi

Consumatori

consumatori
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed