Giovedi, 23 Novembre 2017

Back RISPARMIO ENERGETICO Categorie News UNA MINICENTRALE CON MOTORE DI UNA VOLKSWAGEN GOLF PORTA ENERGIA NELLE NOSTRE CASE

UNA MINICENTRALE CON MOTORE DI UNA VOLKSWAGEN GOLF PORTA ENERGIA NELLE NOSTRE CASE


volksenergy.gif

Rimango Sempre molto affascinato dalle opportunità che l'ingegno e la tecnologia forniscono alla causa della ricerca di forme di produzione di energia “alternative”, sebbene quella di cui voglio parlarvi oggi non può definirsi propriamente pulita. Il punto di partenza di questo progetto non è una grande centrale o un vasto spazio in cui sfruttare qualche fenomeno naturale, bensì la singola unità abitativa, ovvero casa “nostra”. L'idea nasce da una partnership un po' insolità nella campo della produzione di energia, in quanto segna l'ingresso in questo campo del produttore di automobili tedesco Volkswagen, in collaborazione con Lichtblick, una piccola azienda tedesca che produce e fornisce energia elettrica. Una collaborazione senza dubbio un po' insolita, il cui motto potrebbe essere “un golf in cantina”. Il progetto su cui stanno lavorando Volkswagen e Lichtblick è quello di fornire un certo numero di abitazioni di una piccola mini centrale elettrica, in grado di fornire energia per la casa e trasmettere l'eventuale surplus di produzione direttamente alla rete. Il progetto è ambizioso, ma prevede di sfruttare una tecnologia disponibile e decisamente molto diffusa, quale il motore della Volkswagen Golf, opportunamente modificato e che, grazie all'alimentazione a metano, sarà in grado di produrre energia per sé e per far muovere un generatore. Il duplice vantaggio sarà quello di ottenere energia elettrica a basso costo (stando alle parole dei tecnici di Lichtblick) e calore per riscaldare l'ambiente di casa.

Collegamenti Sponsorizzati

 La conferma della bontà di questo progetto viene fornita dai dati sull'efficienza di questa mini centrale, che arrivano fino al 94% nel rapporto consumo-produzione e produzione-utilizzo possibile di energia. La mini centrale poi, avrà le dimensioni di un frigorifero, per cui potrà tranquillamente essere riposta in cantina o nello sgabuzzino. L'idea del duo Volkswagen- Lichtblick è quella di arrivare a 100000 unità in funzione in breve tempo, anche se inizialmente è prevista una produzione di 10000 mini centrali all'anno. Nella lista dei possibili clienti verranno anche inseriti i condomini con impianto centralizzato, per i quali è già pronta un'offerta per la sostituzione del vecchio impianto con una mini centrale targata Volkswagen ,per un importo forfettario di 5000 euro chiavi in mano, con copertura gratuita per ciò che riguarda i costi di manutenzione e di riparazione. Gli utenti in questo modo pagheranno solamente il consumo mensile d'energia secondo le tariffe ufficiali del gas e in più riceveranno una sorta di rimborso per l'affitto del locale (5 euro mese), più un bonus di 0,5 cent per ogni chilowatt immagazzinato nell'accumulatore. Staremo a vedere i futuri sviluppi di un'idea che però si propone come interessante e potrebbe essere una valida alternativa in tutti i progetti di riqualificazione energetica degli edifici, soprattutto di quelli meno efficienti dal punto di vista energetico. Secondariamente mi piace molto l'idea dell'unità abitativa come centro di produzione e consumo di energia termica ed elettrica, perché considero questa opportunità come una delle strade più percorribili in termini di efficienza dei costi e di rispetto per l'ambiente (riduzione delle emissioni).

 

 

[Via: Spiegel Online International]


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ecocar

  • Consigli e Guide

  • Ultime Solare

  • Eolico

  • Biomasse

Edilizia

edilizia

Famiglia

famiglia

Lavoro

Lavoro

Incentivi

incentivi

Consumatori

consumatori
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed