Sabato, 25 Novembre 2017

Famiglia

Bastano 100 Euro di Spese Impreviste per Mettere in Crisi le Famiglie

famiglie, crisi, occupazione, bilancioL'Italia uscirà dalla crisi entro i prossimi tre anni, ma in condizioni peggiori di prima e il primo segnale di ripresa sarà la diminuzione della disoccupazione. Sono questi alcuni degli elementi emersi dal sondaggio “Come e quando usciremo dalla crisi economica?” realizzato da Ipr Marketing per le Acli. L'indagine racconta di un presente, in cui la crisi è tutt'altro che superata, e dove i cittadini risultano ancora in grave difficoltà. Sei italiani su dieci dichiarano che 100 euro di spese impreviste peserebbero molto o abbastanza sul bilancio mensile delle famiglie. Il problema è più sentito dai cittadini del Sud (70,9%), dalle donne (68,7%) e dagli under 35 (62,7%), tutte categorie di italiani che sono maggiormente sotto pressione dal punto di vista lavorativo.
Quasi la metà del campione (il 47,5%) ha poi segnalato di aver iniziato a percepire concretamente la crisi tra il 2010 e il 2011, nonostante il 2009 sia stato quello più critico sul fronte della produzione.

Add a comment

Censimento: la Popolazione e le Abitazioni in Italia

popolazione, censimento, ItaliaIn Italia la popolazione residente è di 59.464.644 persone, delle quali 28.750.942 maschi e 30.713.702 femmine. La popolazione femminile supera quella maschile di 1.962.760 abitanti ed in media si contano 52 donne ogni 100 abitanti. Sono questi alcuni risultati provvisori del 15° Censimento Generale della Popolazione e delle Abitazioni, diffusi dall'Istat. Rispetto al censimento del 2001 la popolazione è cresciuta di 2.468.900 persone (+4,3%) e le famiglie sono passate da 21.810.676 a 24.512.012, con una riduzione del numero medio dei componenti per nucleo familiare da 2,6 a 2,4.
A livello territoriale la maggior parte della popolazione (il 46%) vive al Nord, segue il Mezzogiorno (35%) e il Centro (19%). Sette comuni su dieci hanno una popolazione inferiore ai 5 mila abitanti e qui vive il 17% dei cittadini residenti, mentre il 23% vive nei 45 comuni con più di 100 mila abitanti.

Add a comment

Calano le Casalinghe in Italia, Ma Sono Ancora 5 Milioni

casalinga, lavoro, faccende domesticheCala ma non in maniera significativa il numero di casalinghe in Italia, che si conferma un Paese di massaie. Non sappiamo se ciò è dovuto a vocazione, ad una spiccata cultura della casa, oppure alle difficoltà lavorative che vedono impiegate meno di una donna su due, tuttavia secondo i dati Istat, in Italia si registrano quasi 5 milioni di casalinghe. Questi numeri fanno riferimento alle donne in età lavorativa (15-64 anni) e si tratta precisamente di 4,879 milioni di casalinghe, tra cui si registra una importante quota di donne under 35. Dicevamo che il fenomeno è in calo, infatti dal 2004 al 2011 il numero di casalinghe tra i 15 e i 64 anni è diminuito del 5,9%, una percentuale non propria significativa e piuttosto disomogenea dal punto di vista territoriale.

Add a comment

Consumi in Calo: Aumentano Solo le Spese Obbligate

consumi, risparmi, crisi, spese obbligateClima di fiducia in calo, ridotte capacità di risparmio e spese obbligate in aumento, sono questi i tre elementi chiave che definiscono lo stato d'animo delle famiglie in questo periodo della crisi. A fare il punto della situazione è stato fatto dall'Osservatorio Censis-Confcommercio coninvolgendo nell'indagine un campione di 1200 famiglie.
La pressione fiscale in aumento accompagnata dagli incrementi dei prodotti energetici e delle utenze domestiche (carburanti e bollette) contribuiscono a mandare il Paese verso la recessione, aumentando anche il clima di sfiducia delle famiglie che coinvolge anche quei nuclei che hanno una buona possibilità di spesa. Ciò ha ripercussioni sui consumi, le cui dinamiche di ripresa sono difficilmente ipotizzabili.
Nello specifico, si legge nel rapporto più di 7 famiglie su 10 dichiarano di aver aumentato le spese per carburanti (74,5%) ed utenze domestiche (70%).

Add a comment

Foglio Rosa: le Regole per la Guida in Autostrada

scuola guida, foglio rosa, patenteIl foglio rosa è il documento che permette a coloro che intendono prendere la patente di esercitarsi al volante durante le lezioni in autoscuola o con l’assistenza di una persona esperta affianco. Dal 2012 però le regole per i giovani che guidano con il foglio rosa diventano più articolate e complesse. Con le recenti modifiche contenute nel Decreto Semplificazioni infatti verrà introdotto l’obbligo di esercitarsi in autostrada ma solo a determinate condizioni. Cosa cambia in concreto?
Il testo definitivo del Decreto del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, disciplinante i requisiti per guidare in autostrada con il foglio rosa dovrebbe arrivare a maggio. Ma qualche novità è già attiva dal 7 aprile è prevista una sanzione di 80 euro se nell’abitacolo è presente un passeggero che non sia l'accompagnatore adibito alla funzione di istruttore (unica eccezione viene fatta per le macchine delle autoscuole dotate di doppi comandi).

Add a comment
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Energia

energia

Assicurazioni

assicurazioni

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed