Mercoledi, 24 Luglio 2019

Back ECONOMIA Categorie Famiglia CARO PREZZI: NEL 2011 PREVISTO PER LE FAMIGLIE UN AUMENTO DELLE SPESE MEDIO PARI A 857 EURO

CARO PREZZI: NEL 2011 PREVISTO PER LE FAMIGLIE UN AUMENTO DELLE SPESE MEDIO PARI A 857 EURO


tariffe09mineconoart.gif
  • Prec.
  • 1 of 2
  • Succ.

Secondo una ricerca effettuata dall’Ufficio studi della Cgia di Mestre sulla base dei dati Istat, precisamente quelli relativi all’indagine sui comportamenti di spesa delle famiglie italiane nell’anno 2009, l’incremento dei prezzi che è stato registrato nell’ultimo anno potrebbe comportare un aumento della spesa media delle famiglie italiane di 857,3 euro annui.
L’ipotesi di base su cui Cgia ha elaborato questa stima si fonda sul fatto che l’incremento dei prezzi registrato nel corso degli ultimi 12 mesi, pari ovvero al +2,4% tra febbraio 2011 e febbraio 2010, non ha modificato i comportamenti di spesa tenuti dalle famiglie italiane. L'associazione, rivedendo anche il dato sull’inflazione, considera che l’incremento dei prezzi negli ultimi mesi potrebbe toccare anche il +2,9%.
Significative le differenze territoriali per quanto riguarda l’incremento di spesa delle famiglie italiane: al Nord l’aumento è stimato in 989,3 euro annui (+2,95%), al Centro in 897,9 euro (+2,94%) ed al Sud in 634,8 euro (+2,76% rispetto allo scorso anno). Ovviamente, questo dato non può essere considerato in assoluto come indice di maggiori opportunità di acquisto per il Sud, dal momento che non considera altri importanti aspetti quali le differenze salariali e la disoccupazione.
Cgia ha elaborato anche delle differenti stime di rincari anche per quanto riguarda la professione del capofamiglia, registrando in tutti i casi degli incrementi importanti, sempre superiori al 2,80%. Le famiglie di artigiani e commercianti, dunque di lavoratori autonomi, dovrebbero subire un incremento delle spese, pari al +2,94%, ovvero 1.017,7 euro in più rispetto all’anno precedente. Per quelle con a capo di imprenditori o liberi professionisti, l’aumento dovrebbe essere del +2,91% (1.289,6 euro), mentre per le famiglie di dirigenti ed impiegati si prevede un aumento del 2,89% (1.098,6 euro).
Situazione analoga anche per quanto riguarda le famiglie degli operai, con una crescita delle spese pari al +2,88% (862,6 euro), così come per le famiglie di pensionati o di persone in cerca di lavoro, con aumenti rispettivi del +2,83% e del +2,82% (739,7 euro e 638,5 euro).


COLLEGAMENTI SPONSORIZZATI



Differenze davvero minime, inoltre, anche per quanto riguarda le stime effettuate sulla base della tipologia di nucleo familiare: +2,92% per i giovani single, (pari a +643,7 euro) + 2,90% per le coppie con uno o due figli (con aumenti da 1.053,5 euro a 1.091,5 euro), mentre per gli anziani soli, la variazione dovrebbe essere pari al +2,90% (+ 481 euro).
Tra le categorie di prodotti e servizi maggiormente soggette a rincari, secondo Cgia, vi sono soprattutto combustibili, energia e trasporti.
Queste categorie, spiega il segretario della Cgia, Giuseppe Bortulussi,,risentono della forte impennata dei prezzi registrati in questi ultimi mesi dai prodotti petroliferi. In termini percentuali l’incremento annuo di queste tre voci potrebbe superare il 5%. Molto sostenuta anche la variazione che registreranno le spese per la manutenzione della casa, che potrebbe essere del +3,4%. Per ridar fiato ai consumatori italiani Bortolussi ritiene indispensabile che il Governo metta in campo una seria riforma che alleggerisca il carico fiscale sulle famiglie e sul lavoro.

[Via: CgiaCgia ]

Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631
RISORSE:

blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Energia

energia

Assicurazioni

assicurazioni

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed