Giovedi, 19 Ottobre 2017

Back ECONOMIA Categorie Famiglia CONTRO LA CRISI BONUS FAMIGLIA DA 200 A 1000 EURO

CONTRO LA CRISI BONUS FAMIGLIA DA 200 A 1000 EURO


bonusfamiliae.gif

Ci siamo già occupati, qualche tempo, fa della Social Card, la carta di agevolazione economica predisposta dal governo per aiutare gli anziani e le famiglie a basso reddito. Oggi voglio parlarvi di un'altra misura a sostegno delle famiglie svantaggiate, messa a punto dall'attuale esecutivo, ovvero del bonus familiare. Questo bonus, ai sensi dell’art. 1 del decreto legge 29 novembre 2008, n. 185, prevede l'assegnazione di un bonus una tantum da 200 e fino a un massimo di mille euro per i nuclei familiari a basso reddito da lavoro dipendente, pensione o redditi assimilati. Oltre a queste categorie fanno parte dei soggetti beneficiari coloro che hanno percepito redditi di attività commerciale non abituale o di lavoro autonomo occasionale svolto da soggetti a carico del richiedente o dal coniuge non a carico. Oppure, coloro che hanno percepito redditi fondiari fino a 2.500 euro, solo se considerati cumulativamente con il reddito di lavoro dipendente o di pensione. L'ammontare del bonus varia in relazione al numero dei componenti della famiglia, con particolare riferimento alla presenza di soggetti portatori di Handicap e al reddito, con riferimento al periodo d'imposta 2007, o, in alternativa ( a scelta dell'interessato) 2008.

Collegamenti Sponsorizzati
 

Nello specifico l'ammontare del bonus in relazione al reddito e al numero dei componenti è così ripartito

  • Euro 200 nei confronti dei soggetti titolari di reddito di pensione ed unici componenti del nucleo familiare, qualora il reddito complessivo non sia superiore ad euro 15.000,00;

  • Euro 300 per il nucleo familiare di due componenti, qualora il reddito complessivo familiare non sia superiore ad euro 17.000,00;

  • Euro 450 per il nucleo familiare di tre componenti, qualora il reddito complessivo familiare non sia superiore ad euro 17.000,00;

  • Euro 500 per il nucleo familiare di quattro componenti, qualora il reddito complessivo familiare non sia superiore ad euro 20.000,00;

  • Euro 600 per il nucleo familiare di cinque componenti, qualora il reddito complessivo familiare non sia superiore ad euro 20.000,00;

  • Euro 1.000 per il nucleo familiare di oltre cinque componenti, qualora il reddito complessivo familiare non sia superiore ad euro 22.000,00

 

Questo Bonus viene attribuito ad un solo componente del nucleo familiare e non costituisce reddito né ai fini fiscali, né ai fini contributivi e assistenziali, né per il rilascio della carta acquisti ( Social Card). I modelli di richiesta per ottenere il bonus sono di due tipi: uno per avere il bonus dal proprio datore di lavoro o ente pensionistico e l'altro per richiederlo direttamente all'Agenzia delle Entrate. Le tempistiche per far prevenire le istanze di richiesta sono differenti a seconda che venga scelto come anno d'imposta di riferimento il 2007 o il 2008 (la scelta spetta al richiedente). I beneficiari che scelgono come anno d'imposta il 2007, devono presentare l'istanza al sostituto d'imposta entro il 31 gennaio 2009. Il bonus verrà corrisposto materialmente entro il mese di febbraio 2009 per i lavoratori dipendenti (dal datore di lavoro) ed entro marzo 2009 per i pensionati (dall'ente pensionistico). Per coloro che scelgono invece di riferire il reddito all'anno di imposta 2008, il termine per presentare la domanda è il 31 marzo 2009. In questo caso il bonus sarà erogato dal datore di lavoro o dall'ente pensionistico, rispettivamente, nei mesi di aprile e maggio 2009. Per i soggetti che presentano la dichiarazione dei redditi è possibile richiedere il bonus direttamente con la dichiarazione dei redditi 2008. Per coloro, invece, che non hanno hanno un sostituto d'imposta o sono esonerati dalla presentazione della dichiarazione, l'iter prevede che la richiesta venga inoltrata telematicamente all'Agenzia delle Entrate con l'apposito modello. In questo ultimo caso caso, il termine di scadenza per la presentazione delle istanze è il 31 marzo 2009, se relativa al reddito 2007, o il 30 giugno 2009, se relativa al reddito 2008. La compilazione dei modelli prevede l'indicazione dei dati anagrafici e fiscali del richiedente, nonché una dichiarazione sostitutiva che attesti il possesso dei benefici necessari per l'ottenimento del bonus. Questi dati saranno sottoposti a procedura di verifica da parte dell'Agenzia delle Entrate. Per maggiori informazioni è possibile visionare il sito dell'Agenzia delle Entrate, dove sono reperibili sia i due modelli di cui sopra, sia le istruzioni dettagliate per la compilazione dei suddetti modelli.

[Via: Nuovo Fisco Oggi]


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Energia

energia

Assicurazioni

assicurazioni

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed