Domenica, 18 Novembre 2018

Back ECONOMIA Categorie Famiglia MATRIMONIO LOW COST: ALCUNE SOLUZIONI FAI DA TE PER RISPARMIARE FINO AL 55% DEI COSTI

MATRIMONIO LOW COST: ALCUNE SOLUZIONI FAI DA TE PER RISPARMIARE FINO AL 55% DEI COSTI


weddinglowcost0502.gif
  • Prec.
  • 1 of 2
  • Succ.

Il Matrimonio è per molti il giorno più bello della propria vita, (sebbene in tanti siano convinti del contrario), ma rappresenta sicuramente anche uno dei momenti più dispendiosi. Secondo le stime dell'Adoc, un matrimonio tradizionale costa in media poco meno di 27 mila euro, una cifra, che crisi o non crisi, risulta per molti assolutamente eccessiva. Ecco che allora sta crescendo la tendenza del matrimonio “Fai da Te”, una pratica che grazie ad alcune rinunce permette un risparmio fino a 15 mila euro, il 55% del totale.
L'associazione è giunta a questa stima, facendo i calcoli del risparmio possibile, adottando per ogni voce soluzioni low cost. Vediamone qualche esempio.

  • Partecipazioni: Inviando le partecipazioni via sms o a mano si risparmia fino al 92% (i costi scendono da 375 euro a 32 euro)

  • Bomboniere: realizzando bomboniere a mano si ottiene un risparmio dell'89% e al tempo stesso si dona qualcosa di più personale agli invitati (il costo scende da 1750 euro a 200 euro)

  • Abiti: il noleggio degli abiti da cerimonia o l'acquisto online o di passate collezioni permette un risparmio fino al 77% dei costi (Da 3000 a 675 euro per l'abito da sposa e da 2200 a 575 euro per quello da sposo)

  • Trucco/acconciatura, foto e video, auto: sono ruoli che è possibile affidare (almeno in parte) a parenti o amici, riuscendo a risparmiare parecchio sulle spese. Secondo i calcoli dell'Adoc le spese del trucco passerebbero così da 225 a 100 euro (-45%), quelle del noleggio auto da 700 a 50 euro (-93%) e quelle relative a foto e video da 1500 a 300 euro (-80%)

  • Addobbi floreali: per l'Adoc scegliendo piante decorative, più economiche, al posto dei fiori si può risparmiare il 52% per l'addobbo floreale della chiesa per chi opta per il rito religioso (da 625 a 300 euro) e il 60% per l'addobbo floreale della sala di ricevimento (da 1250 a500 euro)

  • Sala e pranzi/cene: l'associazione consiglia di preferire agriturismi, locande, trattorie a ville, casali e ristoranti, arrivando a risparmiare fino al 50% (da 7500 a 3750).Per i meno tradizionalisti è possibile optare anche soluzioni come il buffet o l’happy hour

  • Viaggio di Nozze: l'Adoc suggerisce di rimandare il viaggio quando la cassa è piena o al massimo di inserirlo nella lista di nozze (soluzioni che possono garantire un risparmio fino al 43%)

  • Musica/animazione:soluzioni come quella di far suonare gli amici o di fornire alla sala una compilation di tutti i brani da mandare in sottofondo, permettono un risparmio fino all'80% (da 500 a 100 euro)


Altre voci di spesa su cui poter risparmiare sono i confetti, il bouquet, le fedi, l'affitto della sala di ricevimento e la torta. Sommando tutte le voci di costo alternative l'associazione è giunta ad un risparmio complessivo di 12200 euro, su un costo medio ipotizzato di 26825 euro, pari appunto al 55% della spesa.


COLLEGAMENTI SPONSORIZZATI



Certo molte soluzioni possono sembrare poco praticabili, oppure troppo ottimistiche nelle possibilità di risparmio, tuttavia secondo l'Adoc la maggioranza di chi si accinge a compiere il grande passo cerca di risparmiare. Nello specifico il 91% degli sposi è disponibile a risparmiare o a rinunciare all’auto, l’81% cerca di limare la spesa del ricevimento, il 75% prova a ridurre il numero degli invitati, il 50% posticipa il viaggio di nozze o lo inserisce nella lista dei regali. Gli italiani sono più tradizionali per quanto riguarda abiti e foto, visto che solo il 15% degli sposi cerca di abbattere i costi del vestito, mentre il 25% punta al risparmio sulle foto.
L'associazione rileva che stanno aumentando le offerte di pacchetti low cost tutto incluso, con prezzi che vanno dai 6 ai 10mila euro, mentre cresce del 2% la percentuale di sposi che pagano il matrimonio a rate. Attualmente circa il 15% delle coppie sceglie di fare un matrimonio low cost o fai-da-te, una percentuale che, secondo l'Adoc, aumenterà nei prossimi anni mediamente del 3-5% l’anno

[Via: AdocAdoc ]

Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631

RISORSE:

 


CREDIT
WTL photosWTL
photos by flickr



blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Energia

energia

Assicurazioni

assicurazioni

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed