Sabato, 18 Agosto 2018

Back ECONOMIA Categorie Famiglia MILANO: ASILO NIDO A DOMICILIO PER TUTTI

MILANO: ASILO NIDO A DOMICILIO PER TUTTI


asilodomiciliare.gif

Le famiglie italiane ogni giorno si trovano a dover affrontare tanti problemi tra cui spicca per importanza "quello della cura dei figli", specialmente quelli i tenera età. Perché si sa, la famiglia media necessita di almeno due stipendi per condurre una vita tranquilla, ma le mamme che lavorano sono sempre di meno. La causa principale è che non tutti hanno nonni o parenti ai quali affidare i propri figli e quindi sono costretti ad iscriverli negli asili nido, che però sono sempre strapieni, soprattutto quelli comunali, mentre quelli privati raggiungono spesso prezzi proibitivi.  Ecco che quindi le mamme sono costrette ad abbandonare il lavoro, rischiando però in questo modo di rendere ancora più pesante il bilancio familiare. Diverse sono le soluzioni che le amministrazioni comunali hanno adottato per arginare queste problematiche. Oggi voglio esporvi il caso di Milano, dove la giunta Di Palazzo Marino ha deciso di lanciare il progetto "Tagesmutter”, che tradotto significa “mamma di giorno”. L'idea è quella di creare una specie di asilo nido domiciliare, dove alcune mamme si offrono volontarie per accudire fino ad un massimo di cinque bambini (compresi i propri figli) al costo di 5,50 euro, tre dei quali finanziati dalla giunta.

Collegamenti Sponsorizzati

Inoltre l’assessore alla famiglia Mariolina Moioli ha proposto un finanziamento di 75mila euro per il progetto. In questo modo i genitori che lavorano non saranno costretti ad essere inseriti in interminabili liste di attesa per l’accesso(spesso alla fine impossibile) negli asili comunali, ma soprattutto potranno continuare a svolgere tranquillamente il proprio lavoro qualunque esso sia, visto che il servizio è prestato anche nei giorni festivi e nelle ore notturne. L’orario è flessibile ed è concordato con i genitori, fino ad un massimo di 35 ore settimanali. Il servizio attivo da tempo nel Nord Europa è stato solo recentemente (2004) introdotto a Milano in via sperimentale. Il progetto è già attivo e si concluderà in luglio. Finora vi hanno partecipato fino a 31 famiglie nell’anno 2006/2007, ma per il futuro è previsto un coinvolgimento ancora superiore. Un’ottima opportunità per tutte le famiglie insomma, a questo mira l’assessore con le sue parole: “Ciò che vogliamo è favorire la creazione di reti di sostegno per le famiglie, nell’ottica della sussidiarietà e del mutuo aiuto. Fornire servizi flessibili significa andare incontro alle necessità delle famiglie e di ogni bambino, delle sue abitudini”. 

[Via: Comune di MIlano]

APPROFONDIMENTO
L'assenza di un numero adeguato di strutture comunali adibite ad asilo nido è anche uno dei principali responsabili della diminuzione del tasso di natalità in Italia, soprattutto per ciò che riguarda le grandi aree Urbane. Le donne italiane fanno meno figli e ciò è imputabile a ragioni prettamente economiche, tra le quali l'alto esborso per le strutture private (asili nido) o l'assenza di politiche sociali per la famiglia se non per ciò che riguarda i trasferimenti una tantum alle famiglie. Le possibili soluzioni però non sono poi così lontane: Ce lo insegna la recente esperienza francese   col suo alto tasso di natalità. In Francia, infatti, dal 2000 si registrano mediamente da 1,9 a 2 bambini per ogni donna, a fronte di una media europea di poco superiore ad 1,5. Un tasso di natalità tra i più alti di Europa generato in minima parte dall'impatto dell'immigrazione e affiancato da un altro sorprendente dato. Il tasso di occupazione femminile è tra i più alti d'Europa con ben 84 donne lavoratrici su 100. Queste tematiche sono state trattate in una recente puntata di Report, nella consueta rubrica Goodnews. Vi invito caldamente a dare un occhio al video : “La Repubblica dei Bambini”, oppure se non ne avete la possibilità a leggere il testo integrale


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Energia

energia

Assicurazioni

assicurazioni

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed