Mercoledi, 22 Maggio 2019

Back ECONOMIA Categorie Famiglia TV, MODA E VIDEOGAMES, I TRATTI COMUNI DEI GIOVANISSIMI ITALIANI

TV, MODA E VIDEOGAMES, I TRATTI COMUNI DEI GIOVANISSIMI ITALIANI


bambinivideogames1902.gif
  • Prec.
  • 1 of 2
  • Succ.

Diversi i tratti comuni di bambini e ragazzi italiani che da Nord e Sud, nonostante le profonde differenze territoriali apprezzano universalmente la moda, la tv e videogames. Questo è lo scenario che emerge dall'indagine della Doxa, "Kids & Co.”, realizzata per Coop e che ha raccolto le opinioni di bambini e ragazzi tra i 3 e i 15 anni. La televisione una vera amica e compagna. Praticamente tutti, infatti, la guardano, dai più piccoli ai più grandi e anzi, più della metà (il 54%) dichiara che non potrebbe farne a meno. Grande diffusione anche per i videogiochi a cui accede il 61% del campione, percentuale che sale al 75% se si considera la sola fascia di età tra i 10 e i 13 anni. In questo settore è il Nintendo (nelle varie versioni) a farla da padrone, su Playstation (compresa PSP) e Xbox. Secondo la ricerca quattro bambini su dieci (nella fascia di età 8-13) praticano sport, mentre il 30% non svolge nessuna attività. Per quanto riguarda i più piccoli (5-7 anni) uno su due non svolge attività fisiche. Ricordiamo in proposito però, che secondo i dati Istat la propensione sportiva è molto accentuata soprattutto nella fascia di età compresa tra gli 11 e i 14 anni, in cui risulta praticare sport il 76,9% dei maschi e il 57,5% delle femminepraticare
sport il 76,9% dei maschi e il 57,5% delle femmine.
Oltre a tv e videogiochi i bambini italiani risultano molto attratti da ogni cosa che ha a che fare con la tecnologia, come ad esempio Ipod, cellulari (anche di ultima generazione) e Pc. Molto spiccata è anche la propensione all'utilizzo di applicazioni web come Msn o Skype e dei social network come Facebook. In quest'ultimo caso però si rileva come il digital divide delle famiglie italiane risulti ancora determinante, visto che solo sei famiglie su dieci hanno accesso ad internetsei
famiglie su dieci hanno accesso ad internet.
Sul fronte dell'abbigliamento i ragazzi italiani sembrano molto suscettibili al marchio soprattutto a quelli che vanno di moda tra i ragazzi a scuola, dalle felpe ai jeans, passando per le scarpe, gli abiti e gli zaini.

 


COLLEGAMENTI SPONSORIZZATI



Ma non tutti i tratti sono comuni, come ad esempio quanto si parla di alimentazione. Al Sud infatti, secondo la ricerca le mamme tradizionalmente privilegiano la quantità del cibo, al contrario del Nord dove c'è una maggiore attenzione alla dieta sana. In generale, rivela la Doxa, il 15% delle mamme acquista alimenti biologici mentre risulta in aumento il numero di genitori che controlla le calorie assunte dai figli.
Ovviamente trasversalmente alle abitudini di consumi si inserisce la tematica delle possibilità economiche delle famiglie, messe a dura prova dalla crisi. Tuttavia non emerge una correlazione netta tra possibilità economiche e abitudini di consumo in generale, quanto piuttosto una tendenza delle famiglie a dare un diverso peso ai vari campi di spesa. Per cui se per una famiglia risulta importante che il proprio figlio pratichi sport, o altre attività formative, sarà disposta anche a fare sacrifici per far si che questo desiderio si realizzi.

 

Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631

RISORSE:

 

 

CREDIT
sean dreilingersean
dreilinger by flickr


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Energia

energia

Assicurazioni

assicurazioni

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed