Mercoledi, 24 Luglio 2019

Back ECONOMIA Categorie Fisco e Tasse Equitalia - Consumatori: il Punto Della Situazione su Ipoteche, Rate e Proroga Dei Debiti

Equitalia - Consumatori: il Punto Della Situazione su Ipoteche, Rate e Proroga Dei Debiti


equitaliadiconsumatori.gif
  • Prec.
  • 1 of 2
  • Succ.

La situazione tra Equitalia e consumatori, mai stata particolarmente amorevole visto lo sgradito ruolo svolto dalla Società di Riscossione, sta diventando sempre più tesa. Nei giorni scorsi soprattutto in alcune zone (Sardegna su tutte) è esplosa la contestazione degli agricoltori e dei piccoli imprenditori che denunciano l'insostenibilità dei tempi e dei modi con cui Equitalia esercita la riscossione dei debiti, per nulla adeguati alla situazione di crisi odierna. Dall'altra parte Equitalia risponde di seguire le regole e che certe procedure possono essere cambiate solamente dall'alto (Agenzia delle Entrate, Ministero delle Finanze). La situazione di per sé molto critica, soprattutto in Sardegna, dove si rischia una vera e propria desertificazione produttiva, deve essere affrontata prontamente e per questa ragione che la stessa Equitalia si è fatta promotrice dell’organizzazione di tavoli di consultazioneorganizzazione
di tavoli di consultazione con Inps, Agenzia delle Entrare, enti locali, rappresentanze sindacali e associazioni delle imprese. L'obiettivo è quello di trovare una soluzione tra debitori, enti creditori ed istituzioni, di modo che gli interessi di tutti possano essere tutelati.
Ma in attesa di nuovi sviluppi possono fare qualcosa i contribuenti?
Vediamo due situazioni


ISCRIZIONE DI IPOTECA SU BENI MOBILI O IMMOBILI
La sentenza n. 4077 della Corte di Cassazione a sezioni unite del 22 febbraio 2010 ha stabilito che sono illegittime le ipoteche iscritte sui beni immobili se il debito verso l'erario è inferiore agli 8mila euro. Di norma, per cui, Equitalia non può più iscrivere ipoteca per tali debiti, se però tali passività riguardano periodi precedenti la sentenza sono i singoli cittadini che devono attivarsi, presentando alla società di riscossione una istanza in cui si obietta l'insussistenza dei presupposti per il mantenimento dell'ipoteca e se ne richiede la cancellazione d'ufficio. In questo caso sarà poi a Equitalia accollarsi gli oneri di iscrizione e di cancellazione ipotecaria. Stando ad associazioni dei consumatori quali ad esempio MDC tali situazioni sono tutt'altro che rare tanto che l'associazione sta pensando di procedere ad una class action contro Equitalia.



RATEIZZAZIONE DEL DEBITO
Qualora un contribuente abbia sottoscritto con Equitalia un piano di rateizzazione del debito e si trovi a non versare la prima rata o due consecutive, di norma il debito verso il fisco diventa immediatamente esigibile, sia che si tratti di società che di persone fisiche. (articolo 19 del Dpr 602/1973).  Tuttavia da qualche giorno è attiva la possibilità di prorogare fino a 6 anni il periodo di dilazione dei debiti fiscali e contributivi, a patto che il contribuente provi di aver avuto un peggioramento della loro situazione economica. Ricordiamo che per i debiti fino a 5 mila euro, la proroga viene concessa a semplice richiesta motivata attestante la situazione di difficoltà peggiore rispetto a quella in cui versava precedentemente il contribuente.


COLLEGAMENTI SPONSORIZZATI



Mentre per i debiti superiori a 5 mila euro esiste una distinzione a secondo che la proroga venga richiesta da persone fisiche (o titolari di ditte individuali) o da altri soggetti giuridici.
Per maggiori informazioni sulle modalità con le quali è possibile dimostrare il peggioramento della propria condizione economica, consigliamo di leggere il nostro articolo di approfondimentonostro
articolo di approfondimento.
In chiusura riportiamo l'opinione di Adiconusm su questa novità introdotta da Equitalia. Secondo il Segretario Generale dell’Adiconsum, Pietro Giordano, si tratta di una buona notizia, ma vista le difficoltà dei consumatori si sarebbe potuto fare di più. Ad esempio, riaprendo il condono in modo tale che il pagamento da effettuare sia solo quello originario senza l’aggravio di sanzioni o interessi. Secondo Adiconsum ciò comporterebbe tre ordine di vantaggi: l’Erario incasserebbe subito i debiti; si aiuterebbero concretamente le famiglie in difficoltà, permettendo tra l’altro il pagamento di cartelle esattoriali decisamente più leggere e si andrebbe a ridurre in materia fiscale e tributaria la grossa mole di contenziosi.

   


 

Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631

RISORSE:




blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Energia

energia

Investimenti

investimenti

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed