Venerdi, 17 Agosto 2018

Back RISPARMIO ENERGETICO Categorie Green Economy RINNOVABILI PER USCIRE DALLA CRISI: LA GRECIA STANZIA 16 MILIARDI PER LE FONTI ALTERNATIVE

RINNOVABILI PER USCIRE DALLA CRISI: LA GRECIA STANZIA 16 MILIARDI PER LE FONTI ALTERNATIVE


greciarinnovabilicrisi.gif
http://www.wikio.it
  • Prec.
  • 1 of 2
  • Succ.
Rinnovabili per Uscire dalla Crisi: la Grecia Stanzia 16 Miliardi per le Fonti Alternative | Green Economy | Eolico | Solare |

La Grecia cerca di uscire dalla drammatica crisi finanziaria nella quale è recentemente caduta (con potenziale coinvolgimento di altre nazioni comunitarie all’interno di tale criticità del debito) anche attraverso gli investimenti nella green economy. È infatti di pochi giorni fa la notizia secondo cui il governo dello Stato europeo avrebbe deciso di stanziare 22 miliardi di euro per i prossimi dieci anni, da destinare a sovvenzioni varie al settore dell’energia; di questi impieghi, oltre il 70% (circa 16 miliardi di euro) sarà destinato a finanziare progetti innovativi nel settore delle energie rinnovabili, al fine di permettere al Paese di rispettare i target europei e rilanciare la vocazione verde dell’economia nazionale.
Ad ogni modo, a guidare le iniziative finanziarie in tale ambito sarà l’obiettivo fissato per il 2020: in tale data, infatti, la Grecia dovrà essere necessariamente rientrata all’interno delle soglie fissate dall’Unione Europea (-20% di emissioni e 20% di energia da fonti rinnovabili). Per fare ciò, sono state programmate diverse installazioni di impianti di energia rinnovabile, per una capacità di 15 mila MW e un valore complessivo di circa 16 miliardi di euro, a conferma di quanto stanziato dal governo pochi giorni fa. La differenza tra i 22 miliardi di euro e quanto destinato alle fonti rinnovabili (circa 6 miliardi di euro) sarà invece destinato allo sviluppo di fonti energetiche alternative, come l’utilizzo industriale del c.d. “carbone pulito” (anche se la definizione è alquanto discutibile).


COLLEGAMENTI SPONSORIZZATI


Se quanto sopra dovesse tramutarsi efficacemente in realtà, tra dieci anni potremo avere davanti a noi una Grecia profondamente diversa sul fronte della diversificazione energetica. Attualmente, infatti, la nazione può basare la propria forza su 4.500 MW di impianti di sfruttamento di fonti energetiche rinnovabili, che saranno più che triplicate nel giro di un decennio.
A giocare un ruolo positivo nella corsa “verde” della Grecia può comunque contribuire il favorevole posizionamento del Paese, che gode di un’ideale irraggiamento solare e di una buona corrente eolica; la speranza è che gli investimenti nella green economy possano altresì aiutare la nazione a risollevarsi dalle difficoltà attuali, fungendo da esempio per altri partner del bacino mediterraneo.
L'Area del Mediterraneo diventerà presto il nuovo bacino delle fonti rinnovabili, grazie anche al prossimo lancio del Mediterranean Carbon FundMediterranean
Carbon
Fund, un fondo che ha l'obiettivo di finanziare progetti a basso tenore di carbonio. Decisamente una buona notizia visto che l'Area mediterranea dell'Europa si caratterizza per essere quella con la peggiore qualità dell'aria'Area
mediterranea
dell'Europa si caratterizza per essere quella con la
peggiore qualità dell'aria.

 

Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631

RISORSE:


CREDIT
Si ringrazia l'utente tsak_dtsak_d di flickr per l'immagine


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ecocar

  • Consigli e Guide

  • Ultime Solare

  • Eolico

  • Biomasse

Edilizia

edilizia

Famiglia

famiglia

Lavoro

Lavoro

Incentivi

incentivi

Consumatori

consumatori
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed