Martedi, 21 Novembre 2017

Guide

Come Si Riciclano Cellulari e Smartphone

cellulare, smartphone, ricicloChi di voi non ha almeno un cellulare, se non due? Probabilmente tutti. E quando avete comprato il modello che sfoggiate oggi? Non molto tempo fa probabilmente visto che, secondo le ultime statistiche, si cambia in media il cellulare o lo smartphone una volta l’anno. Ma se andassimo ad indagare su chi ha riciclato correttamente il vecchio cellulare il numero di coloro che passerebbe l’esame di impronta ecologica scenderebbe notevolmente. Molto spesso il cellulare che non si usa finisce nei rifiuti indifferenziati o a prendere polvere in un vecchio cassetto. Non sempre è una questione di insensibilità al problema ambientale: in alcuni casi si tratta di mancanza di strumenti e centri di raccolta ad hoc o anche di ignoranza sulle diverse soluzioni alternative. Eppure il vecchio telefonino o smartphone, come gli altri dispositivi elettronici, potrebbero essere riutilizzati in maniera intelligente.

Add a comment

Troppo Poche le Città Ciclabili Italiane Sulla Base Del Modal Split

città ciclabili, mobilità ciclabile, modal splitAbbiamo visto che secondo la Fondazione Ania l'Italia è il terzo Paese in Europa per mortalità stradale in bicicletta, un dato critico che impone degli interventi a favore dei ciclisti e della mobilità ciclabile. Ma l'Italia è un Paese per ciclisti? E le città italiane sono ciclabili? A queste domande ha provato a rispondere il rapporto “Bici in CittàBici in Città” realizzato da Legambiente in collaborazione con Fiab e CittàinBici, incrociando i dati sulla mobilità ciclabile delle città italiane, sulla base del modal split. Quest'ultimo altro non è che un indicatore che misura il numero degli spostamenti effettuati in città con diversi mezzi di trasporto, raggruppandoli poi in due categorie: quelli “sostenibili” ( a piedi, in bicicletta e con i mezzi pubblici) e quelli “insostenibili” ( in auto e moto).

Add a comment

Consigli per Risparmiare Energia in Ufficio

uffici, risparmio energetico, efficienza, riduzione emissioniMolti di noi sono sensibili al tema dell’inquinamento, eppure calcolando la propria impronta ambientale si resta spesso sorpresi nello scoprire quale impatto ecologico abbiano le nostre azioni quotidiane. E’ vero che i cambiamenti climatici sono un problema globale ma ognuno di noi può dare, nel suo piccolo, il proprio contributo. Poiché in media si passano in ufficio ben otto-nove ore al giorno ( secondo Regus il 45% degli italiani vi passa dalle 9 alle 11 ore) sarebbe importante evitare sul posto di lavoro comportamenti altamente inquinanti: con qualche attenzione in più si può contribuire a salvaguardare l’ambiente, risparmiando energia.
 

CONSIGLI PER I DATORI DI LAVORO
Chi gestisce un ufficio deve garantire un ambiente sano e salubre: evitare di tenere il riscaldamento troppo alto è di aiuto per la salute dei dipendenti, per limitare i costi e per ridurre le emissioni.

Add a comment

Come Ottenere Energia Dall’Olio Usato in Cucina

Olio usato, riciclo, cucina, L’olio è uno degli ingredienti più usati in cucina: in Italia ne facciamo un largo consumo a crudo ma non disdegniamo la frittura anche se, rispetto ad altri popoli, abbiamo meno la cultura di riciclarlo per successivi riutilizzi, salvo il caso di friggitrice.
Eppure friggere con l’olio già usato rende i piatti più saporiti ma non solo: l’olio vegetale usato per la frittura può essere riciclato per diversi scopi. Dopo il processo di rigenerazione il prodotto ottenuto trova spazio in impieghi industriali o come energia alternativa. Dal recupero dell’olio vegetale, infatti, si possono ottenere sapone, biodiesel, cera e perfino energia (sia elettrica che termica).
Purtroppo in Italia l’olio usato viene quasi sempre gettato negli scarichi o, peggio ancora, nei corsi d’acqua.

Add a comment

Guida Alle Agevolazioni Fiscali per il Risparmio Energetico

risparmio energetico, ristrutturazioni edilizie, efficienza energeticaAbbiamo visto che tra le varie misure della Manovra Salva Italia alcune hanno riguardato tematiche relative all'Ambiente. Tra queste anche la proroga per le detrazioni fiscali del 55% sugli interventi di riqualificazione energetica e quella relativa al bonus del 36% sulle ristrutturazioni edilizie.
Per cercare di chiarire meglio la situazione l'Agenzia delle Entrate ha pubblicato una guida : “Le Agevolazioni Fiscali Per Il Risparmio Energetico” in cui si sottolinea la normativa relativa alle detrazioni fiscali del 55% per le riqualificazione energetica alla luce degli ultimi aggiornamenti normativi.
Il primo punto importante da sapere riguarda il fatto che la detrazione fiscale del 55%, prevista dal legge finanziaria 2007, è stata, come detto, prorogata fino al 31 dicembre 2012, ma dal primo gennaio 2013 l'incentivazione sarà sostituita con una detrazione fiscale del 36%, pari a quella prevista per le spese di ristrutturazione edilizia.

Add a comment
  • Ecocar

  • Consigli e Guide

  • Ultime Solare

  • Eolico

  • Biomasse

Edilizia

edilizia

Famiglia

famiglia

Lavoro

Lavoro

Incentivi

incentivi

Consumatori

consumatori
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed