Sabato, 25 Novembre 2017

Back RISPARMIO ENERGETICO Categorie Consigli e Guide Mobilità Sostenibile: La Classifica Delle Città Più Eco Mobili d'Italia

Mobilità Sostenibile: La Classifica Delle Città Più Eco Mobili d'Italia


mobilità sostenibile, bike sharing,

Migliora seppur di poco la mobilità sostenibile in Italia, soprattutto grazie alla diffusione del bike sharing e per l'aumento della auto a Gpl e a metano, sebbene la mancanza di incentivi abbia negli ultimi mesi frenato la crescita di questo tipo di vetture. Sono questi alcuni dei dati presenti nel Quinto Rapporto "Mobilità sostenibile in Italia: indagine sulle principali 50 cittàMobilità sostenibile in Italia: indagine sulle principali 50 città", elaborato da Euromobility, dove sono state analizzate i capoluoghi di Regione ( più i due capoluoghi delle provincie autonome) con una popolazione superiore ai 100 mila abitanti.
Diciamo subito che in Italia le cose stanno migliorando ma non come dovrebbero, visto lo stato delle nostre città, congestionate dal traffico e super inquinate.

Soprattutto, come sottolineano il Direttore scientifico di Euromobility, Lorenzo Bertuccio e il presidente dell'associazione Riccardo Canesi, alla luce del fatto che chi ha il potere di decidere, ovvero gli amministratori delle città non sembrano ascoltare i desideri dei cittadini che vorrebbero ad esempio incentivi per l'acquisto di auto a metano e gpl e un minor costo di questi carburanti, un aumento della diffusione del bike sharing e in generale città più vivibili.
Questa quinta edizione del rapporto ha aumentato il numero di indicatori utili per stilare la classifica delle città più eco-mobili, includendo anche del numero di parcheggi di scambio e di quelli a pagamento, del numero di incidenti stradali e dell'indice di mortalità, del numero di vetture per kmq, della qualità dell'aria e delle iniziative di promozione e comunicazione a favore della mobilità sostenibile. Tutto questo senza dimenticare i parametri standard, quali le innovazioni per la gestione della mobilità (car sharing, bike sharing, mobility manager, ecc) lo stato di salute delle città in relazione alla presenza di auto di nuova generazione o alimentate a combustibili alternativi (gpl, metano), l'offerta di trasporto pubblico, le piste ciclabili e l'adozione di strumenti di gestione e di pianificazione del traffico.

 


LA CLASSIFICA DELLA MOBILITÀ SOSTENIBILE

Al primo posto della classifica troviamo Torino, seguita da Venezia, che primeggiava invece nel rapporto sulla mobilità sostenibile dello scorso anno e da Milano. Concludono la Top five Brescia e Parma, mentre dal sesto al decimo posto troviamo nell'ordine Bologna, Padova e Bergamo, Firenze e Genova. Chiudono invece la classifica della mobilità sostenibile, Campobasso e Foggia.
Torino, terza nella scorsa edizione del rapporto, è dunque la città più eco-mobile d'Italia e si aggiudica il trofeo italiano della mobilità sostenibile, grazia ad un trasporto pubblico che funziona, al miglior servizio italiano di car sharing, a cui si affianca anche un buon servizio di bike sharing e una quota significativa di auto a basso impatto ambientale. Questo significa che gli amministratori stanno lavorando bene, una condizione necessaria per la città, che come abbiamo visto in passato risulta essere tra le città più inquinate d'Europa per quanto riguarda la qualità dell'aria.

BIKE SHARING E CAR SHARING TRA LUCI ED OMBRE
Per quanto riguarda il bike sharing sono 27 su 50 le città in cui è attivo il servizio o in modalità elettronica (a tessera magnetica) o meccanica (a chiave codificata). Il primo sistema sembra essere più gradito dagli utenti che in un anno sono aumentati del 50%. Il numero di bici a disposizione rimane però estremamente basso e vede in testa Milano con “solo” 1400 bici, mentre a Roma se ne registrano solo 120 e a Torino 300.
Il car sharing fa fatica a prendere piede e cresce solo dello 0,7% per quanto riguarda gli utenti, mentre rispetto al 2010 le automobili disponibili diminuiscono del 3,6%


RISORSE:

 

Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631


CREDIT
slettvetslettvet by flickr


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ecocar

  • Consigli e Guide

  • Ultime Solare

  • Eolico

  • Biomasse

Edilizia

edilizia

Famiglia

famiglia

Lavoro

Lavoro

Incentivi

incentivi

Consumatori

consumatori
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed