Giovedi, 19 Luglio 2018

Back ECONOMIA Categorie Lavoro CASSA INTEGRAZIONE: SUPERATO IL MILIARDO DI ORE, OCCORRE DEFINIRE POLITICHE INDUSTRIALI DI CRESCITA

CASSA INTEGRAZIONE: SUPERATO IL MILIARDO DI ORE, OCCORRE DEFINIRE POLITICHE INDUSTRIALI DI CRESCITA


cassaintegrottcgil1411.gif
http://www.wikio.it
  • Prec.
  • 1 of 2
  • Succ.

Nelle scorse settimane abbiamo visto che il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Maurizio Sacconi, ha annunciato il rinnovo della cassa integrazione in deroga e di tutti gli altri ammortizzatori socialirinnovo della cassa integrazione in deroga
e di tutti gli altri ammortizzatori sociali previsti nel 2009-2010, anche per il prossimo anno. Si tratta di una misura economica necessaria visto il perdurare degli effetti della crisi economica e la ripresa non troppo rapida dell'economia italiana. D'Altro canto il numero di ore di cassa integrazione durante quest'anno è continuato ad aumentare. Secondo la Cigl, infatti, le ore autorizzate dall'Inps da inizio anno fino ad ottobre sono state oltre un miliardo (1.026.479.655 il dato preciso), ovvero il 44,2% in più dello scorso anno quando le ore erano 712.008.425. Dietro questo enorme numero di ore, racconta l’Osservatorio Cig del dipartimento Settori produttivi della CGIL, ci sono ancora 600 mila lavoratori coinvolti. Per costoro il taglio netto del reddito ha superato i 3,9 miliardi di euro (3.936.154.000 euro il dato preciso), ossia 6.749 euro per ogni singolo lavoratore. Una situazione economica e sociale che la Cgil denuncia come sempre più insostenibile per i lavoratori.
Per quanto riguarda i dati del mese di ottobre la Cgil sottolinea il calo del 2,3% rispetto al mese precedente per quanto riguarda le ore. Un calo imputabile soprattutto alla flessione della Cassa integrazione ordinaria (Cigo) dell' -8,4% e straordinaria (Cigs) del 5,1%. Dall'altra parte però si osserva il continuo aumento della Cassa integrazione in deroga (Cigd) che a ottobre torna a crescere del 6,36%, mentre su base annua considerando i primi dieci mesi dell'anno la crescita è stata del +295,9%.
La cassa integrazione ordinaria, invece, è diminuita nei primi dieci mesi dell'anno del 36,9%, rispetto al 2009 mentre quella straordinaria è aumentata 159,61% sullo stesso periodo dell'anno scorso.
Dati che secondo il segretario confederale della CGIL, Vincenzo Scudiere, testimoniano come la situazione risulti ancora molto grave soprattutto per quanto riguarda la cassa integrazione in deroga. Finiscono in Cigd, ha proseguito Scudiere, non solo i lavoratori delle aziende che non rientrano nella normativa vigente ma anche quelli che hanno concluso i periodi concessi dalle varie normative. Occorre perciò definire politiche industriali che possano determinare crescita e lavoro insieme ad interventi strutturali sulla cassa integrazione.


COLLEGAMENTI SPONSORIZZATI



Per la Cgil, infatti, sono troppi gli interventi di tipo passivo verso le imprese mentre gli interventi che prevedono percorsi di reinvestimento e rinnovamento strutturale dell’impresa sono troppo scarsi. A livello numerico infatti le domande che hanno come causale la ristrutturazione aziendale sono solo 134 (2,4%) e 13 quelle per conversione aziendale (0,2%).



APPROFONDIMENTO: CASSA INTEGRAZIONE IN DEROGA
Secondo l'indagine della Cgil i settori con il maggior ricorso a questo ammortizzatore sociale continuano ad essere quelli che non rientrano nella normativa attuale della cassa integrazione straordinaria. Tra questi settori quello con l'aumento più consistente nel 2010 è stato quello dell'edilizia, 1.150,4% sul 2009. Segue il settore chimico +471,9%, il legno +675,7%, il commercio +369,5%, carta e poligrafiche +325,1% e la piccola industria meccanica +264,38%.
A livello geografico le regioni maggiormente esposte con la Cigd restano la Lombardia con 78.147.195 ore da inizio anno (+202% sul 2009) e l’Emilia Romagna con 45.772.191 ore (+1109,9%).

 

Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631

RISORSE:



CREDIT
Si ringrazia l'utente indiekidindiekid di flickr per l'immagine


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Energia

energia

Green Economy

greeneconomy

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed