Domenica, 20 Agosto 2017

Back ECONOMIA Categorie Lavoro CON LA FATTURA ELETTRONICA SI RISPARMIERANNO 60 MILIARDI DI EURO, MIGLIAIA DI ALBERI E DI EMISSIONI

CON LA FATTURA ELETTRONICA SI RISPARMIERANNO 60 MILIARDI DI EURO, MIGLIAIA DI ALBERI E DI EMISSIONI


fatturaelettronica0712.gif
http://www.wikio.it
  • Prec.
  • 1 of 2
  • Succ.

Nonostante tra il 2008 e il 2009 il livello di adozione delle fatture elettroniche sia cresciuto sensibilmente, aumentando in media del 41%, attualmente, sul totale delle fatture emesse ogni anno in Europa ( 32 miliardi) solo il 5% risultano elettroniche. Un modesto risultato per uno strumento, la fatturazione elettronica (e-invoicing), che rappresenta una soluzione in grado di garantire enormi risparmi alle imprese, permettendo tempi di pagamento più brevi, una riduzione delle spese e degli errori. Per ampliare la diffusione di questo strumento occorrerebbe però, una maggiore armonizzazione delle procedure a livello europeo. Attualmente, infatti, lo scambio di fatture elettroniche risulta spesso complesso e costoso, soprattutto a livello transfrontaliero e per le piccole e medie imprese, a causa della profonda difformità delle norme che disciplinano la fatturazione elettronica, nei vari Paesi Europei. Per questa ragione la Commissione Europea ha predisposto un piano per arrivare all'adozione su vasta scala della fatturazione elettronica entro il 2020, mettendo in campo fin dall'anno prossimo iniziative che portino ad uniformare le normative. Quattro sono le priorità individuate dalla Commissione per rimuovere gli ostacoli all'adozione delle fatturazione elettronica:

  • garantire alla fatturazione elettronica un quadro giuridico coerente

  • ottenere un'adozione massiccia da parte del mercato con l'estensione alle pmi
  • promuovere un contesto che permetta la più ampia diffusione tra partner commerciali che emettono fatture
  • promuovere uno standard comune di fatturazione elettronica.

Secondo il direttore generale dell’ABI, Giovanni Sabatini, la piena diffusione della fattura elettronica comportà minori costi per l'Italia stimati tra i 10 e i 60 miliardi di euro l'anno, pari ad una quota di Pil tra l'1% e il 4%. Per migliorare il livello di diffusione di questo strumento, Sabatini, ritiene fondamentale completare l'iter legislativo avviato con la finanziaria 2008 che ha stabilito l'obbligo di fatturazione elettronica per gli operatori che lavorano con Amministrazioni ed enti pubblici.


COLLEGAMENTI SPONSORIZZATI



È fondamentale che venga emanato il Decreto attuativo che fornisca le indicazioni definitive sui tempi e le modalità tecniche per lo scambio di fatture elettroniche tra imprese e Pubbliche Amministrazioni.
La dematerializzazione dei documenti e il passaggio alla fatturazione elettronica permetterà alle imprese e alla Pubblica Amministrazione di ridurre del 60%-90% i costi di gestione. In più, aspetto da non sottovalutare, permetterà di ridurre sensibilmente l'utilizzo di carta e le emissioni di anidride carbonica.
Secondo la Commissione Europea, infatti, basterebbe aumentare dell’1% l’uso della fattura elettronica per evitare l’abbattimento di circa 800 mila alberi, mentre un'adozione di questo strumento consentirebbe di ridurre di oltre 3 milioni di tonnellate l’emissione annuale di CO2 in Europa.

   


Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631

blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Energia

energia

Green Economy

greeneconomy

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed