Mercoledi, 17 Luglio 2019

Back ECONOMIA Categorie Lavoro CRESCE DEL 13,5% L’IMPRENDITORIA DEI CITTADINI IMMIGRATI, NOVE AZIENDE SU DIECI SONO AL NORD

CRESCE DEL 13,5% L’IMPRENDITORIA DEI CITTADINI IMMIGRATI, NOVE AZIENDE SU DIECI SONO AL NORD


imprenditoriastrani2211.gif
http://www.wikio.it
  • Prec.
  • 1 of 2
  • Succ.

Sono sempre più i cittadini immigrati in Italia che si lanciano nel mondo dell’imprenditoria avviando un’attività in proprio. Questo il dato che emerge in maniera lampante da una ricerca condotta da Cna, Confederazione Nazionale dell’Artigianato e della Piccola Media Impresa, pubblicata nel Dossier Immigrazione 2010 di Caritas Migrantes.
Un fenomeno strettamente legato non solo agli indicatori demografici, che vedono nel nostro paese delle percentuali di cittadini immigrati sempre più elevate (+8,8% nell'ultimo anno8,8%
nell'ultimo anno), ma anche quantomai significativo di uno spirito imprenditoriale sempre più diffuso in questa fascia di popolazione. La crescita delle imprese avviate da cittadini immigrati, peraltro, è ancor più rilevante nel contesto economico di crisi economica.
Allo scorso 31 maggio la ricerca condotta da Cna ha quantificato ben 213.300 aziende aventi come titolari dei cittadini stranieri, ovvero una quantità corrispondente al 3,5% dell’imprenditoria nazionale.
Nella grande maggioranza dei casi, le imprese avviate dai cittadini stranieri sono artigiane, (50,2% del totale), pari al 7,2% del panorama nazionale dell’imprenditoria artigiana, mentre la forma di azienda più diffusa è quella di ditta individuale.
In questo settore hanno un ruolo di rilievo anche le donne: ben il 18,3% delle aziende in questione ha come titolare una donna; una presenza, quella femminile, ancor più massiccia se si considera la loro partecipazione come socio (36,1%).
Rispetto all’anno precedente l’aumento delle aziende dei cittadini stranieri è stato notevole, nel 2009 infatti Cna aveva rilevato un numero complessivo di imprese inferiore di ben 25.800 unità.


COLLEGAMENTI SPONSORIZZATI



Nei primi 5 mesi del 2010 si è registrato, invece, un incremento dell’imprenditoria dei cittadini immigrati pari al +13,8% rispetto allo stesso periodo del 2009.
Per quanto riguarda le nazionalità dei titolari delle imprese, il primato spetta al Marocco, con ben 35 mila (pari al 16,6% del totale), a seguire si collocano la Romania con 32.452 titolari d’azienda (15,2%), la Cina con 31mila (14,5%) e l’Albania con 22.611 (10,6%). Il tasso di crescita maggiore registrato nell’ultimo anno è invece quello dell'imprenditoria Cinese, con un +21,5% rispetto al 2009, a seguire quella romena con il 15,5%, quella marocchina con il 15,1%, e quella albanese con il 12%.
La netta maggioranza delle imprese è ubicata al Centro-Nord, con una percentuale pari all’87,7%, con l’80% di queste che si colloca in appena sei regioni: Emilia Romagna, Veneto, Lombardia, Piemonte, Toscana e Lazio. Le regioni con il più basso tasso di imprese condotte da stranieri sono la Basilicata, il Molise e la Valle d’Aosta con lo 0,2%

[Via: Cna Cna ]

Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631
RISORSE:

blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Energia

energia

Green Economy

greeneconomy

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed