Venerdi, 24 Novembre 2017

Back ECONOMIA Categorie Lavoro Istat: Crescono le Retribuzioni Previste Dai Contratti Collettivi Nazionali, Soprattutto Nel Privato

Istat: Crescono le Retribuzioni Previste Dai Contratti Collettivi Nazionali, Soprattutto Nel Privato


annaffiomoney0104.gif
  • Prec.
  • 1 of 2
  • Succ.

Secondo i dati forniti dall’Istat, le retribuzioni contrattuali relative ai contratti collettivi sarebbero in aumento. Più precisamente, la variazione tendenziale nel confronto tra il gennaio 2010 ed il gennaio 2011 dell’indice delle retribuzioni orarie sarebbe pari al +2,1%, con lo stesso dato si è registrato nel confronto tra i rispettivi mesi di febbraio.
Confrontando i dati relativi alle variazioni percentuali sul mese precedente, si evince come sia stato proprio il mese di gennaio 2011 quello in cui si è registrato il più netto aumento delle retribuzioni orarie nei contratti collettivi, variazione che è rimasta stabile, come detto, nel successivo mese di febbraio.
Il settore per il quale si registra la crescita più netta delle retribuzioni nel confronto tra il mese di febbraio 2010 e quello del 2011 è l’edilizia, con il +4,6%, seguito da militari e difesa con il +4,3%, forze dell’ordine con il +4,0%, da agricoltura, gomma, plastica e lavorazioni minerali non metalliferi con il +3,8%, energia e petroli con +3,7% ed estrazione minerali con +3,6%.
Gli aumenti più contenuti si registrano invece per Ministeri con il +0,6%, Regioni ed autonomie locali e Servizio Sanitario Nazionale con +0,7%, scuola e vigili del fuoco con +0,6%.
La media degli incrementi nel settore privato è pari a +2,4%, ed è dunque superiore rispetto a quella del settore pubblico, che invece ammonta a +1,2%. Nell’ambito della pubblica amministrazione, tuttavia, vi sono delle forti disparità interne, dal momento che come detto i militari e le forze armate sono tra i primi posti per quanto riguarda gli incrementi delle retribuzioni e per contro, settori quali quello scolastico e quello sanitario si collocano ai gradini più bassi.


COLLEGAMENTI SPONSORIZZATI



Nel mese di gennaio 2011 si sono verificati due rinnovi, ovvero quelli relativi a trasporti merci su strada e servizi di magazzinaggio, mentre ne sono scaduti cinque, ossia servizi di smaltimento rifiuti privati e municipalizzati, commercio, trasporti marittimi e credito.
A febbraio, invece, i rinnovi sono stati quattro: agenzia recapiti espressi, scuola privata laica, attività di vigili del fuoco personale nei livelli e direttivi, mentre nessun accordo è cessato.
Al termine del mese di febbraio, dunque, risultano in vigore 36 contratti, che regolano nel complesso 6,2 milioni di lavoratori dipendenti, il cui monte retributivo corrisponde al 43,5% del totale.

   


 
Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631
RISORSE:

blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Energia

energia

Green Economy

greeneconomy

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed