Mercoledi, 26 Giugno 2019

Back ECONOMIA Categorie Libri e Cultura STOP ALLE TARIFFE POSTALI AGEVOLATE: PROTESTE DEL MONDO NO-PROFIT CONTRO IL DECRETO DEL GOVERNO

STOP ALLE TARIFFE POSTALI AGEVOLATE: PROTESTE DEL MONDO NO-PROFIT CONTRO IL DECRETO DEL GOVERNO


onlusvitapensioero.gif
http://www.wikio.it
  • Prec.
  • 1 of 2
  • Succ.
Stop alle Tariffe Postali Agevolate: Proteste del Mondo No-Profit Contro il Decreto del Governo | Associazioni Onlus |

Il decreto interministeriale del 30 marzo 2010 ha introdotto una pesante modifica nel mondo delle associazioni no profit, tagliando le tariffe postali agevolate per le onlus. Dal primo giorno del mese di aprile,infatti, tutte le operazioni di spedizione del proprio giornale associativo e le varie lettere di ringraziamenti a chi fa una donazione avranno un costo più elevato, addirittura del 500% in più. Come è prevedibile questo provvedimento ha colto un po' tutti di sorpresa, lasciando stupiti soprattutto i presidenti delle associazioni no-profit, che si aspettavano, perlomeno, una riunione preventiva, un avviso, un'indagine sui possibili effetti relativi all'attuazione del decreto. I
l decreto composto di due soli articoli, in realtà , lascia spazio ad un successivo provvedimento che potrebbe stabilire ulteriori agevolazioni, tuttavia come spiegano le associazioni, in attesa di future disposizioni, i costi delle onlus relativi alle spedizioni potrebbero subire incrementi notevoli. Soprattutto in questo periodo dell'anno, in cui in genere ogni organizzazione attua delle spedizioni ai propri donatori. A meno di un intervento repentino del Governo a modifica del decreto,  Il risultato sarà quello di vedere ridotto il budget disponibile per i progetti delle associazioni no profit.
Le reazioni, ovviamente non si sono fatte attendere,ad esempio il magazine Vita.it , insieme ad altre organizzazioni no profit, ha lanciato una petizionepetizione per chiedere l'immediato ripristino delle tariffe postali agevolate per il non profit. Sul fronte istituzionale si segnala l'interrogazione parlamentare del senatore del Partito Democratico, Vincenzo Vita, che chiede al capo del Governo e al Ministro dello Sviluppo Economico Claudio Scajola (firmatario del decreto) le motivazioni di un decreto che potrebbe portare a seri guai finanziari circa 8mila testate. Quale futuro perciò per le onlus?


QUALCOSA SI MUOVE
l' Unione Stampa Periodica Italiana (USPI) ha comunicato ha
comunicato che si è svolto  un incontro tra le Associazioni di categoria del settore, il Governo (con i Sottosegretari Letta e Bonaiuti, il Ministro Scajola, il Vice Ministro Romani e il Capo Dipartimento editoria Elisa Grande) e Poste Italiane S.p.A, durante il quale è emersa la necessità di promuovere un accordo-quadro pluriennale fra Associazioni di editori e Poste, per concordare tariffe postali. L'idea è dunque quella di optare per Convenzioni Editori-Poste pluriennali, al posto delle agevolazioni postali compensate dallo Stato.


COLLEGAMENTI SPONSORIZZATI



E' stato fissato in lunedi il giorno di inizio dei tavoli tecnici di confronto tra le Associazioni degli editori e Poste Italiane, per la sottoscrizione di Convenzioni per la spedizione di giornali quotidiani, periodici e libri, con tariffe commisurate al volume di traffico complessivo del settore rappresentato. Il settore no profit resta fuori per il momento, in quanto, secondo le parole dell' amministratore delegato di Poste Italiane, Massimo Sarmi, solo una volta concordate le Convenzioni con le Associazioni, le Poste riconosceranno un conguaglio agli editori che nel frattempo hanno spedito a “tariffa piena”. Resta in vigore la sospensione delle agevolazioni delle tariffe postali, in quanto sembra difficile per la Presidenza del Consiglio, riuscire a trovare nuovi fondi a copertura.
  [Via: Helpconsumatori.it Helpconsumatori.it ]
CondividiCondividi

  RISORSE:

Stop alle Tariffe Postali Agevolate: Proteste del Mondo No-Profit Contro il Decreto del Governo | Associazioni Onlus |


CREDIT
Si ringrazia l'utente Zarko DrincicZarko
Drincic di flickr per l'immagine


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Energia

energia

Green Economy

greeneconomy

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed