Mercoledi, 24 Luglio 2019

Back ECONOMIA Categorie Politica e Società GUERRA ALLE AUTO BLU: DIECI MOSSE PER RISPARMIARE DUE MILIARDI DI EURO IN TRE ANNI

GUERRA ALLE AUTO BLU: DIECI MOSSE PER RISPARMIARE DUE MILIARDI DI EURO IN TRE ANNI


autoblucarsharingcil.gif
http://www.wikio.it
  • Prec.
  • 1 of 2
  • Succ.
Guerra alle Auto Blu: Dieci Mosse per Risparmiare 2 Miliardi di Euro in Tre Anni | Pubblica Amministrazione | Car Sharing |

Il Ministro della Funzione Pubblica, Renato Brunetta, prosegue la sua guerra alle Auto Blu e lancia l'assalto finale per settembre. Dopo l'estate verrà lanciata una proposta legislativa in dieci mosse che dovrebbe risolvere questa anomalia tutta italiana della auto di servizio. Già un mese fa il Ministro aveva promosso un primo monitoraggio analitico sul parco macchine delle amministrazioni centrali e localimonitoraggio
analitico sul parco macchine delle amministrazioni centrali e locali, da cui erano emersi numeri significativi. Sebbene non ci fosse convergenza  totale sulle cifre, anche a causa della non eccellente risposta al monitoraggio da parte delle amministrazioni pubbliche, è emerso da un'intervista dello stesso ministroun'intervista
dello stesso ministro, che il costo annuo delle auto blu sarebbe pari a quasi 4 miliardi di euro. Una cifra spropositata che se venisse tagliata della metà, ha proseguito il Ministro, potrebbe liberare fondi per dotare l'Italia di tutti gli asilo nido necessari. (ricordiamo che attualmente gli asili nido coprono solo il 12,7% dei bambiniasili
nido coprono solo il 12,7% dei bambini)
L'obiettivo dichiarato del Ministro è proprio quello di ridurre del 50% i costi dell’intero parco auto della Pubblica Amministrazione, per un risparmio previsto di 2 miliardi di euro. Già 33 amministrazioni centrali e 314 amministrazioni locali avrebbero, secondo Brunetta, già annunciato dei tagli sul proprio parco auto. Ma l'ambizioso progetto prevede che tutte le amministrazioni predispongano un piano di riorganizzazione del proprio parco auto che preveda alla fine del triennio un costo a regime dimezzato rispetto al costo totale esistente al 2008. Già nel 2010 dovrebbe essere raggiunto un risparmio per quanto riguarda la pubblica amministrazione del 10%.
Quello che appare interessante sono le modalità con cui potrà essere raggiunto tale obiettivo, le famose dieci mosse. Sul Sito del Ministero per la pubblica amministrazione e l'innovazioneSito
del Ministero per la pubblica amministrazione e l'innovazione è disponibile il decalogo delle mosse per raggiungere l'obiettivo, di seguito riporteremo le più interessanti Tra queste segnaliamo la riduzione della cilindrata delle auto impiegate attraverso la previsione “dell’estensione delle limitazioni per l’acquisizione delle autovetture a quelle di cilindrata superiore a 1400 cc” e la cancellazione della possibilità che le amministrazioni civili siano esentate dall’obbligo di iscrizione al Pra delle proprie autovetture Guerra alle Auto Blu: Dieci Mosse per Risparmiare 2 Miliardi di Euro in Tre Anni | Pubblica Amministrazione | Car Sharing | (questa possibilità risale ad un decreto regio del 1927).


COLLEGAMENTI SPONSORIZZATI


Come abbiamo visto questo problema, noto come “fenomeno delle targhe fantasma” aveva creato non pochi disguidi anche agli stessi cittadini che in caso di sinistro o altro disguido, non potevano risalire legalmente al conducente. Un'altra soluzione molto interessante segnalata dal Ministro è quella del ricorso al car sharing, di modo da utilizzare le auto solo quando strettamente necessario, pagando solo per il tempo di servizio e condividendole, soprattutto nelle aree metropolitane con più pubbliche amministrazioni. Infine segnaliamo  l’obbligo di tenuta per ciascuna amministrazione di un registro per l’utilizzo di taxi o noleggio breve con conducente”, oltre ad una serie di convenzioni con le case automobilistiche per locazione con costi prefissati per chilometri.
Si tratta di soluzioni sicuramente interessanti che potrebbero portare ad una riduzione consistenti dei costi, anche se a nostro giudizio, non così consistente come da previsioni del Ministro, o quantomeno non così a breve termine. Saranno da considerare anche le ripercussioni lavorative sul personale impiegato attualmente nella gestione delle auto (autisti, riparatori etc), a cui il Ministro non ha fatto alcun accenno. Si tratta, secondo le stime del Ministero, di circa 135mila persone.

   


Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631

RISORSE:

blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Assicurazioni

assicurazioni

Energia

energia

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed