Lunedi, 23 Aprile 2018

Back ECONOMIA Categorie Politica e Società In Calo il Numero di Richiedenti Asilo Nell'Unione Europea, il 3,9% Delle Domande Avviene in Italia

In Calo il Numero di Richiedenti Asilo Nell'Unione Europea, il 3,9% Delle Domande Avviene in Italia


rifugiati2903.gif
  • Prec.
  • 1 of 2
  • Succ.

Nel 2010, ci sono stati 257800 richiedenti asilo, registrati nell'Unione Europea (UE27), di cui  circa il 90% sono stati nuovi richiedenti. Il dato del 2010 risulta in calo del 2,3% rispetto al 2009, quando si registrarono 264mila richiedenti asilo. Questo è il quadro di sintesi che emerge dall'ultimo rapporto dell'Eurostat, l'ufficio statistico dell'Unione europea, sul fenomeno dei richiedenti asilo nella Ue a 27.
Nel 2010 i principali Paesi di cittadinanza dei richiedenti asilo sono stati l'Afghanistan con 20600 richieste (l'8% del totale), la  Russia con 18500 (il 7%), la  Serbia con 17700 (il 7%), l'Iraq con 15 800 (il 6%) e la Somalia con 14400 (il 6%). Nel 2010, il numero più alto di candidati sono stati registrati in Francia con 51600 domande, seguita da Germania (48500) e Svezia (31900). Seguono ancora Belgio (26100), il Regno Unito (23700),i Paesi Bassi (15100), l'Austria (11100), la Grecia (10300), l'Italia (10100) e la Polonia (6500). In questi dieci stati membri si è registrato più del 90% dei candidati richiedenti asilo del 2010, di tutta l'Unione Europea.
Dal confronto tra la popolazione residente in ciascun stato membro e il numero di richieste di asilo ricevute emerge che i tassi maggiori sono stati registrati a  a Cipro con 3600 richiedenti per milione di abitanti, in Svezia (3400 per milione), in  Belgio (2400 per milione),  in Lussemburgo (1600 per milione) e in Austria (1300 per milione). In Italia il numero di richiedenti asilo sul totale della popolazione è piuttosto basso e pari a 165 richieste per milione, contro una media europea di 515 richiedenti per milione.
In alcuni stati membri, rileva l'Eurostat, gran parte dei candidati provengono da un singolo Paese. Gli stati membri con la maggior concentrazione sono stati la Polonia, dove il 73%  dei candidati è proveniente dalla Russia, la Lituania (50% dalla Georgia), la Bulgaria (44% dall'Iraq), la Lettonia (38% dall'Afghanistan) e l'Ungheria (il 33% dall'Afghanistan).
In Italia il maggior numero di richiedenti proviene dalla Nigeria (14% con 1385 richieste), seguita dal Pakistan (9% con 980 richieste ) e dall'Afghanistan (9% con 875 richieste).

 


COLLEGAMENTI SPONSORIZZATI



Nel 2010 nell'Unione europea a 27 sono state fatte 222100 decisioni di prima istanza  sulle domande d'asilo. Di queste il 75% è stato rifiutato (167 mila), il 12% dei candidati ha ottenuto lo status di rifugiato (27mila), il 9% protezione sussidiaria (20400) e al 3% è stato concessa l'autorizzazione a soggiornare per motivi umanitari (7600). L'Eurostat sottolinea però che le decisioni di prima istanza presentate nel 2010 possono riferirsi a domande fatte negli anni precedenti.
In Italia su 11325 decisioni di prima istanza 7015 sono state rifiutate (62%), 1615 candidati hanno ottenuto lo status di rifugiato (14%), 1465 la protezione sussidiaria (il 13%) e a 1225 è stata concessa l'autorizzazione a soggiornare per motivi umanitari (11%).
In chiusura il rapporto ricorda che la percentuale di decisioni positive varia varia considerevolmente tra gli Stati membri, anche in considerazione al Paese di origine dei richiedenti.

 

Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631

RISORSE:

 

CREDIT
United Nations PhotoUnited
Nations Photo by flickr


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Assicurazioni

assicurazioni

Energia

energia

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed