Martedi, 21 Agosto 2018

Riflessioni

Acqua: le Tariffe Devono Essere Rimodulate per Scoraggiare gli Sprechi

acqua, tariffe, risparmio idricoUna risorsa che, allo stato attuale, non manca all'Italia è sicuramente l'acqua, sebbene esistano a livello nazionale profonde differenze. In ogni caso considerando che l'Italia è pur sempre un Paese Mediterraneo, siamo messi decisamente meglio di altri, con 2800 metri cubi per abitante l'anno. É questo uno dei dati che emerge nel rapporto annuale “Ambiente Italia” di Legambiente, dedicato al tema “Acqua bene comune, responsabilità di tutti”, realizzato con la collaborazione dell'Istituto Ambiente Italia. Nel nostro Paese c'è una disponibilità teorica di acqua pari a circa 52 miliardi di metri cubi, che in termini reali equivalgono a 1975 metri cubi per abitante all'anno nel Nord-Est (zona più ricca d'acqua) e scendono a 220 metri cubi per abitante annui in Puglia (zona più “povera”). La quota media è comunque pari a 400 metri cubi per abitante vale a dire, dieci volte quella dei Paesi del Sud del Mediterraneo.

Add a comment

Energie Rinnovabili: Grande Sviluppo Nell'Unione Europea

Energie rinnovabili, technology map, Unione EuropeaL’Unione Europea ha diffuso un rapporto che illustra la situazione delle energie rinnovabili nel mondo e in special modo in Europa. Il documento è stato redatto dalla Joint Research, struttura che fa riferimento alla Commissione Europea. Prende il nome di “Technology Map 2011Technology Map 2011” e oltre a contenere dati sull’attualità delle fonti rinnovabili, offre delle direttive. Il traguardo che la Joint Research si è configurato è quello di dare un supporto concreto alle aziende e ai governi (locali e nazionali visto che in molti paesi lo sviluppo delle rinnovabili coinvolge due livelli diversi di amministrazione) affinché raggiungano i target che l’Unione Europa ha fissato per il 2020.
La Technology Map ha fotografato lo sviluppo di 15 tecnologie caratterizzate dalla bassa emissione di carbonio. Ha altresì descritto la situazione dell’industria dal punto di vista dell’efficienza energetica, e ha anche analizzato le prestazioni negli edifici.

Add a comment

Nucleare: Mappa Delle Centrali e Del Rischio per Chi Risiede Vicino Agli Impianti

centrali nucleari, incidenti, rischioAd una settimana dall'anniversario del disastro nucleare di Fukushima (11 marzo), Greenpeace ha identificato con la mappa interattiva “ Quanto sei a Rischio?Quanto sei a Rischio?'” gli impianti nucleari presenti nel mondo. L'associazione ambientalista ha evidenziato sulla mappa 437 centrali nucleari attualmente attive nel mondo, ricordando che milioni di persone che vivono nelle vicinanze degli impianti sono a rischio di contaminazione in caso di incidente nucleare. Un pericolo che a seconda della tipologia di incidente è direttamente proporzionale alla vicinanza con gli impianti. Sostanzialmente più si è vicini più si è a rischio, ma questo assunto è vero anche in caso di corretto funzionamento delle centrali. Greenpeace ricorda infatti che non esistono reattori nucleari sicuri, in quanto gli ultimi 60 anni, nonostante le evoluzioni nella ricerca, sono costellati da incidenti nucleari, piccoli e grandi. Oltre ai casi più noti come quelli di Fukushima, Cernobyl e Three Mile Island ci sono state situazioni in cui si è arrivati vicini al disastro.

Add a comment

Scie Chimiche: Limiti e Verità Della Spiegazione Scientifica

scie chimiche, aerei, inquinamentoIn questi giorni si è riacceso il dibattito sulle scie chimiche. Alcuni avvistamenti in Italia hanno fomentato nuovamente il desiderio di sapere la verità. Ma qual è la verità che ci è stata fornita finora? E può essere considerata sufficiente e credibile? Facciamo il punto.
Chiunque alzando gli occhi al cielo può porsi delle domande circa la formazione di queste scie formate (d)al passaggio degli aerei ma oggi cercheremo di analizzare le risposte.
Sicuramente si tratta di un fenomeno di non intuitiva spiegazione e che lascia spazio a diverse interpretazioni.
La risposta più semplice è che si tratta di vapore acqueo presente nell’atmosfera, che si condensa per lo stimolo dei gas di scarico dei motori degli aerei sotto forma di goccioline o di cristalli di ghiaccio e che diventa visibile grazie alla riflessione della luce solare. In altre parole quindi possono essere definite come nuvole artificiali.  

Add a comment

Petrolio: la Domanda Supera l'Offerta, l'Italia Deve Accelerare Sulle Rinnovabili

Petrolio, energie rinnovabili, importazioniSecondo l'ultimo rapporto “ previsioni di domanda energetica e petrolifera italiana 2011-2025” dell'Unione Petrolifera, Rinnovabili e Gas Naturale Toglieranno Sempre Più Spazio Al Petrolio Nel Mix Energetico Italiano. Una situazione che però potrebbe avverarsi prima dei tempi previsti e accelerare lo sviluppo delle energie rinnovabili e del Biometano. Abbiamo visto recentemente come l'ondata di freddo record registrata in Europa abbia messo a forte rischio le importazioni di Gas dai Paesi dell'Est, anche per una struttura troppo concentrata del mercato del gas italiano. Un secondo banco di prova importante, questa volta per quanto riguarda il petrolio potrebbe scaturire dalle conseguenze politiche ed economiche che coinvolgono Stati Uniti, Unione Europea e Iran. Infatti, in reazione al programma iraniano per l'energia nucleare, decisamente poco limpido e (forse) poco orientato a scopi civili, Usa e Unione Europea hanno varato sanzioni contro le esportazioni iraniane di petrolio

Add a comment
  • Ecocar

  • Consigli e Guide

  • Ultime Solare

  • Eolico

  • Biomasse

Edilizia

edilizia

Famiglia

famiglia

Lavoro

Lavoro

Incentivi

incentivi

Consumatori

consumatori
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed