Giovedi, 19 Luglio 2018

Back RISPARMIO ENERGETICO Categorie Riflessioni Oggi Finiscono le Risorse Della Terra, il Pianeta Entra in Riserva

Oggi Finiscono le Risorse Della Terra, il Pianeta Entra in Riserva


ecologia, risorse, terra, consumi

Scatta oggi martedi 27 settembre l'Earth Overshoot Day, ovvero il giorno in cui si “esauriscono” le risorse della Terra ed entriamo in riserva, cioè in deficit ecologico per l'anno in corso. La cosa che può apparire strana, in realtà è piuttosto seria e significa sostanzialmente che consumiamo più risorse di quelle che la Terra può offrire durante l'anno. L'idea alla base di questo concetto è un po' simile a quella del conto corrente di una banca, da dove vengono prelevati più soldi, ovvero consumate più risorse, di quelli disponibili.

Questo “Conto Corrente” del Pianeta viene monitorato dal Global Footprint NetworkGlobal Footprint Network, associazione che traccia la domanda umana di risorse naturali, prendendo in considerazione la quantità di CO2 emessa e le capacità della terra di rigenerare risorse e assorbire i rifiuti.
Detto in altre parole l'Earth Overshoot Day rappresenta il giorno in cui la nostra impronta ecologica totale (misurata in ettari globali) è uguale alla biocapacità (sempre in ettari globali) che la natura può rigenerare nello stesso anno. Dal giorno seguente, stiamo accumulando debito, in quanto il livello di servizi richiesti è superiore alle possibilità della Terra, di assorbire CO2 e di rigenerare le scorte di alberi e pesci.
Va detto che il calcolo, basandosi su variabili non compiutamente misurabili, per stessa ammissione del Global Footprint Network, non può essere troppo preciso, per cui la data scelta come “Earth Overshoot Day” rappresenta una delle prime giornate all'interno della gamma di superamento delle risorse disponibili, ma non il giorno esatto.
In ogni caso l'obiettivo di questo calcolo è quello di aiutarci a capire da un lato che stiamo vivendo fuori budget per quanto riguarda l'uso della natura e dall'altro quanto sia consistente il divario tra il livello sostenibile di domanda ecologica e i consumi attuali a livello mondiale. Per farci un'idea più precisa basti pensare che secondo l'indagine a fine 2011 avremo consumato il 135% delle risorse che la natura può generare nel corso dell'anno.
Dal Global Footprint Network spiegano che fino alla metà degli anni '70 il saldo ecologico era positivo e la Terra riusciva a rigenerare risorse in tempo. Dopodiché c'è stato quello che viene definito il superamento ecologico, ovvero si è oltrepassata la soglia critica oltre la quale la Terra non è più in grado di rigenerare risorse in tempo, causa consumi troppo elevati.
Questo modo di vivere non è sostenibile perchè già ora ci porta ad utilizzare risorse superiori a quelle disponibili per oltre un terzo, e di questo passo, ben prima del 2050 saranno necessari due Pianeti per fornire le risorse che consumiamo. Ovviamente di pianeti ne abbiamo a disposizione solo uno per cui bisognerà invertire questa tendenza per cui si spende, ecologicamente parlando, più di quanto reddito si guadagna. Già ora, sottolinea l'indagine, i risultati di questi “consumi allegri” si vedono in maniera nitida, soprattutto per quanto riguarda i cambiamenti climatici e il mancato assorbimento della CO2 rispetto alla produzione. Tuttavia vi sono anche altri segni, forse meno visibili, quali il restringimento delle foreste, la scomparsa dei laghi, la conseguente perdita di specie e il collasso della pesca di acqua dolce. Crisi ambientali, che rappresentano i sintomi di questa tendenza dell'umanità ad utilizzare più di quanto il pianeta può offrire.
Attivati subito

RISORSE:


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ecocar

  • Consigli e Guide

  • Ultime Solare

  • Eolico

  • Biomasse

Edilizia

edilizia

Famiglia

famiglia

Lavoro

Lavoro

Incentivi

incentivi

Consumatori

consumatori
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed