Mercoledi, 24 Luglio 2019

Back RISPARMIO ENERGETICO Categorie Riflessioni Ozono: l'Italia è il Paese Più Inquinato d'Europa

Ozono: l'Italia è il Paese Più Inquinato d'Europa


ozone2906.gif

Secondo i calcoli dell'Oms, l'Organizzazione mondiale della Sanità, l'inquinamento da ozono causa ogni anno in Europa 21 mila decessi prematuri, connessi soprattutto a malattie respiratori e  migliaia di ricoveri.
In generale l'Ozono, che è contenuto nella troposfera e rappresenta uno dei componenti principali del cosiddetto smog fotochimico, si produce per effetto della radiazione solare in presenza di inquinanti primari. Si tratta di un elemento molto pericoloso per le vie respiratorie perchè in grado di irritarle anche a basse concentrazioni, inoltre può diffondersi anche a notevole distanza rispetto ai luoghi considerati tendenzialmente inquinati come le città e i centri industriali. Generalmente infatti l'ozono si forma soprattutto nelle zone dove c'è un'altra concentrazione di emissioni di veicoli a motore o di processi di combustione, tuttavia alte concentrazioni sono state rilevate anche in zone verdi. L'estate è solitamente il periodo più critico per l'ozono e per la salute dei cittadiniozono
e per la salute dei cittadini a causa dell'aumento dell'irraggiamento solare. Nello specifico secondo l’Agenzia europea per l’ambiente (EEA), nel 2010, il periodo in cui si è registrato il maggior numero di sforamenti dei livelli di guardia previsti dalla normativa, è stato quello compreso tra il 24 giugno e il 22 luglio. Durante questo lasso di tempo, nessuno degli stati membri dell'Ue è riuscito a rientrare entro le soglie limite previste per garantire la salute dei cittadini. I limiti previsti dalla normativa impongono una media giornaliera di 120 microgrammi di ozono per metro cubo di aria, da non superare per più di 25 giorni all’anno. Secondo il rapporto le aree più a rischio sono quelle che si affacciano sul mediterraneo e le zone centro settentrionali dell'Europa. Tra tutti gli stati europei analizzati dalla Agenzia per l'ambiente la maglia nera di Paese più inquinato d'Europa per quanto riguarda l'ozono spetta proprio all'Italia, che precede nella classifica degli stati meno virtuosi Spagna, Portogallo, Grecia e Francia.



COLLEGAMENTI SPONSORIZZATI



Il nostro Paese, infatti, nel corso del 2010 è stato l'unico ad aver superato i 50 giorni di sforamento, realizzandone 54, riuscendo ad affiancare a questo ben poco lusinghiero record anche quello relativo alla centralina che ha fatto registrare i valori peggiori di tutto il vecchio continente. In provincia di Lecco, specificamente a Valmadrera, infatti, è stata superata per quattro giorni la concentrazione di 240 microgrammi per metro cubo, valore doppio a quello previsto come nocivo per la salute, il che implica gravi rischi anche per esposizioni brevi. In generale però è tutto il nord Italia a non godere di buona salute per quanto riguarda l'ozono ed in particolare le provincie della pianura padana quali Milano, Monza, Padova, Novara e Bergamo.
Sul sito dell'Agenzia Europea per l'ambiente sono presenti molte informazioni sulle possibilità per difendersi dai rischi dell'ozono ed è disponibile anche una mappa che presenta le concentrazioni inquinanti di ozonoinquinanti
di ozono nei vari Paesi Europei.

 

Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631
RISORSE

CREDIT
Avi_Abrams
Avi_Abrams
by flickr


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ecocar

  • Consigli e Guide

  • Ultime Solare

  • Eolico

  • Biomasse

Edilizia

edilizia

Famiglia

famiglia

Lavoro

Lavoro

Incentivi

incentivi

Consumatori

consumatori
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed