Giovedi, 19 Luglio 2018

Back RISPARMIO ENERGETICO Categorie Solare GUSSING, IL PAESE AD EFFICIENZA ENERGETICA

GUSSING, IL PAESE AD EFFICIENZA ENERGETICA


Vista Dall'alto di Gussing, foto Flickr
Energia Solare, Foto Flickr
Pellet
  • Prec.
  • 1 of 3
  • Succ.

The world I (would) Live in. Parafrasando un vecchio motivetto degli Alcazar, recupero nella mente un "discorsetto" fine a sé stesso, di quelli in cui spesso cado e che da un po' mi frulla nella mente, più precisamente da quando ho letto un articolo su Repubblica.it. Il "mondo" in cui mi piacerebbe vivere assomiglia molto ad un paesino di 4000 anime, sito in Austria e che di nome fa Güssing. Qui si è realizzata una bella fiaba moderna, che, nell'arco di 20anni, ha portato questa sperduta zona dell'Austria, dall'essere una delle regioni più povere del paese, a diventarne un  piccolo motore . Che è successo, si è scoperto il petrolio? No tutt'altro, si è scoperto che del petrolio forse si può fare a meno, investendo in energie rinnovabili e ottenendo, oltre ad un'indubbia miglior vivibilità del territorio,anche un considerevole ritorno economico, favorito dall'indotto energetico e dal turismo.  L'amministrazione pubblica ha, in sostanza, investito su sé stessa, sfruttando ciò che l'ambiente offriva, ovvero sole, legno, mais , vento, grassi vegetali e perché no, rifiuti per ricavarne riscaldamento, elettricità, gas e carburante per le auto. Il tutto condito da una diminuzione del 90% delle immissioni di anidride carbonica e da un guadagno annuo stimato (dalla vendita del surplus di energia elettrica) di circa 500 mila euro.

Collegamenti Sponsorizzati
 

Questo denaro che viene utilizzato, in parte per ammortizzare i costi dei progetti in corso, e, in parte, per finanziare quelli che verranno. Questa scelta coraggiosa, oltre agli indubbi benefici ambientali ed economici, ha trasformato Güssing da un paese "vecchio", destinato a scomparire e da dove i figli si allontanano verso le città in cerca di lavoro, in un paese giovane, in cui il comparto e la ricerca sulle fonti rinnovabili ha creato nuovi posti di lavoro per i giovani del posto, ma anche per i giovani che vengono dalle città. In più, l'aver capito anzitempo le opportunità di questa scelta energetica ha garantito un cospicuo flusso di turismo alla cittadina,  in parte qualificato (ricercatori, diplomatici,imprenditori) e in parte composto da comitive di curiosi e appassionati, per un totale di quasi 5000 visite annue. Questo articolo mi ha fatto riflettere molto sulle possibilità che un paese medio/piccolo possa divenire artefice del proprio futuro economico investendo in energie rinnovabili, soprattutto in questi giorni in cui il petrolio si è messo in testa di battere tutti i record. C'è da dire che anche in Italia, esistono oasi felici come quella di Varese Ligure,  tuttavia in questo momento sto pensando a tutti quei paesini, ad esempio del nord Italia, che sono più o meno nelle stesse condizioni ambientali di Güssing, ma la cui amministrazione comunale miope, preferisce magari impuntarsi in investimenti finanziari rischiosi (es derivati) piuttosto che fare forza su quello che l'ambiente offre. Certo, non tutti i paesi possono diventare come Güssing, tuttavia ad esempio, la creazione di alcuni consorzi per il recupero delle biomasse per riscaldamento, dalle ramaglie dei boschi, oppure dai cascami dei lavori di falegnameria, porterebbero sicuramente vantaggi in termini occupazionali e di diversificazione del lavoro, con un'aggregata spinta imprenditoriale a monte o a valle (Sistemi di riscaldamento che sfruttano il pellet e sistemi di distribuzione). Stesse valutazioni, sebbene con investimenti pubblici più cospicui in ricerca e implementazione, potrebbero essere svolti per ciò che riguarda il solare (magari in paesi geograficamente più dotati da questo punto di vista).  Perchè allora non succede? Le riflessioni da fare sarebbero probabilmente troppe, per cui mi fermo qui e vi saluto, con la speranza, però, che non passi troppo tempo prima di leggere su un quotidiano nazionale (magari anche straniero), circa le scete coraggiose in termini di efficienza energetica di qualche amministrazione pubblica locale. Ah dimenticavo, sindaci e assessori che leggete, ricordatevi che se per qualche oscuro disegno, le "lobby del petrolio", faranno si che le vostre azioni in ambito di politica energetica non abbiano il giusto  spazio sui quotidiani nazionali, io  ed altri come me, saremo sempre qui ad attendere le vostre segnalazioni.

[Via: Repubblica.it]


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ecocar

  • Consigli e Guide

  • Ultime Solare

  • Eolico

  • Biomasse

Edilizia

edilizia

Energia

energia

Lavoro

Lavoro

Incentivi

incentivi

Consumatori

consumatori
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed