Lunedi, 18 Giugno 2018

Back ECONOMIA Categorie Scuola ed Istruzione LA PRIVACY SUI BANCHI DI SCUOLA: GUIDA DEL GARANTE SUL DIRITTO ALLA RISERVATEZZA DEGLI STUDENTI

LA PRIVACY SUI BANCHI DI SCUOLA: GUIDA DEL GARANTE SUL DIRITTO ALLA RISERVATEZZA DEGLI STUDENTI


garanteprivacyscuola2509.gif
http://www.wikio.it
  • Prec.
  • 1 of 2
  • Succ.

Il Garante della Privacy ha pubblicato un interessante Vademecum sul tema della privacy a scuola, con l'obiettivo di offrire un contributo che possa promuovere il reciproco rispetto e tutelare il diritto degli studenti alla riservatezza. Nelle scuole, infatti, ogni giorno vengono trattate numerose informazioni sugli studenti e sulle loro famiglie, alcune delle quali, se diffuse in modo erroneo, possono violare la riservatezza e la dignità della persona. Si pensi ad esempio alle ripercussioni che si possono avere in relazione alla diffusione, anche involontaria, di dati sensibili quali le condizioni di salute degli studenti oppure relative al disagio sociale, o ai guai giudiziari, delle famiglie.
La guida è organizzata in cinque capitoli: Regole generali, Voti ed esami, Informazioni sugli studenti, Foto audio e video, Sicurezza e controllo, a cui fanno seguito due brevi parti sui termini chiave e sulle normative di riferimento per approfondire i temi trattati. Le informazioni tratte sono esposte in modo molto semplice e chiaro, senza dilungarsi nei tecnicismi tipici della normativa giuridica.
Di seguito tratteremo brevemente i contenuti dei cinque capitoli. Nel primo capitolo, viene affrontato il tema generale del trattamento dei dati personali, sottolineando che le scuole hanno l'obbligo di far conoscere agli studenti e alle loro famiglie, (se gli studenti sono minorenni), come vengono utilizzati i dati personali. É bene precisare che le scuole pubbliche, a differenza di quelle private, non sono tenute a chiedere il consenso per il trattamento dei dati personali degli studenti. In ogni caso gli unici trattamenti permessi sono quelli necessari al perseguimento di specifiche finalità istituzionali oppure quelli espressamente previsti dalla normativa di settore. Gli studenti possono comunque conoscere quali informazioni (e in che modo) sono conservate, così come possono fare richiesta per modificarne il contenuto in caso siano sbagliate o incomplete.
Il secondo capitolo affronta il tema delle riservatezza circa i risultati scolastici (esami e compiti in classe) oppure temi assegnati che riguardino il mondo familiare degli studenti. E' bene sapere che non esiste violazione della privacy nella pubblicazione di voti, o esiti di esame, perché le informazioni sul rendimento scolastico sono soggette a un regime di trasparenza. La terza parte tratta le questioni relative alla informativa degli studenti. A riguardo segnaliamo che le informazioni sui risultati scolastici, possono essere trasmesse dalle scuole a privati, al fine di favorire la formazione o l'inserimento nel mondo del lavoro, solo su richiesta degli studenti interessati.
Molto interessanti il quarto e il quinto capitolo che affrontano il tema della tecnologia a scuola, come ad esempio l'utilizzo da parte degli istituti di apparecchi per la video sorveglianza, oppure di telefonini per foto e video da parte degli studenti.


COLLEGAMENTI SPONSORIZZATI



Da segnalare il fatto che le foto e video (ad esempio di recite, o gite) non sono vietate, ma va fatta attenzione alla diffusione di tale materiale su internet ( e sui social network in particolare). Se la diffusione di immagini diventa sistematica, infatti, è necessario di regola ottenere il consenso delle persone presenti nei video o nelle foto.
Per quanto riguarda la sorveglianza degli studenti, la normativa ammette l'utilizzo di apparecchiature di controllo, quali ad esempio impianti che rilevano le presenze dai dati biometrici (es impronte digitali) oppure sistemi di videosorveglianza, a patto che vi siano reali esigenze di sicurezza. L'utilizzo di sistemi di sorveglianza video è poi subordinato al fatto che sia garantita la riservatezza dello studente. Nel caso specifico le riprese video devono funzionare nelle ore di chiusura dell'istituto scolastico.
Il vademecum “la privacy tra i banchi di scuola” è disponibile per il download sul sito del Garante della Privacy, al seguente indirizzoseguente
indirizzo. Chi volesse ricevere l'opuscolo in formato cartaceo può fare richiesta all'Ufficio relazioni con il pubblico, Piazza di Monte Citorio n. 123, dal lunedì al venerdì, dalle ore 10,00-13,00 (e-mail: urp@garanteprivacy.it)

 

Importo  € Durata mesi
Finalità Anno di nascita  
PrestitiOnlinePrestitiOnline è un servizio di CreditOnline Mediazione Creditizia S.p.A.
P. IVA 06380791001 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d’Italia n°631

RISORSE:



blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Energia

energia

Investimenti

investimenti

Case ed Immobili 

immobili

Green Economy

greeneconomy
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed