Martedi, 19 Giugno 2018

Back ECONOMIA Categorie Trasporto Pubblico La Crisi Economica Ha Fatto Calare Il Trasporto di Merci su Gomma e su Rotaia Del 10% e Del 17%

La Crisi Economica Ha Fatto Calare Il Trasporto di Merci su Gomma e su Rotaia Del 10% e Del 17%


treno, trasporto su rotaia, trasporto su gomma

Nell'Unione Europea la crisi economica ha comportato una riduzione del trasporto di merci su gomma e su rotaia nel 2008 e 2009, dopo diversi anni in cui si registrava una tendenza al rialzo. Lo riferisce l'Eurostat, l'ufficio statistico dell'Unione Europea in due diverse relazioni dedicate al trasporto di merci nel'UE27
In concreto il trasporto merci stradali è diminuito nel 2009 del 10%, mentre quello ferroviario del 17%. Entrambe le tipologie di trasporto avevano subito una contrazione del 2% nel 2008 rispetto ai valori del 2007.
Il 2010, riferisce l'Eurostat, invece si è caratterizzato per una ripresa del settore, quantomeno per quanto riguarda i primi due trimestri, i cui primi segnali potevano essere osservati anche verso la fine del 2009.

Su base annua il trasporto merci su strada è aumentato del 3% nel primo trimestre e del 4% nel secondo,mentre il trasporto ferroviario è cresciuto in maniera notevole, facendo registrare rispettivamente un aumento dell'8% e del 14%.
Va detto che nell'Unione Europea il trasporto di merci su strada è quattro volte più grande di quello ferroviario, in termini di tonnellate-chilometro (tkm), ovvero di quante tonnellate di merci vengono trasportate per chilometro. Concretamente si registra per il trasporto merci su strada un valore di 1690 miliardi di tkm rispetto a 370 miliardi di tkm del trasporto ferroviario (dati 2009). Globalmente in tutti gli stati dell'UE il trasporto merci su strada è la modalità di trasferimento dei prodotti più diffusa, ad eccezione di Estonia e Lettonia.

Per quanto riguarda il trasporto su strada nei vari Paesi membri, in tutti si è registrato un calo di merci nel 2009, ad eccezione di Bulgaria (+16%) e Polonia (+10%). Le maggiori diminuzioni si sono registrate in (-39%), Lettonia (-34%), Estonia, Irlanda e Cipro (tutti -27%). In solo sei Stati membri si registra il 70% del totale del trasporto merci su stradadell'Unione europea ovvero:

  • Germania: 308 miliardi di tonnellate / km (-10% rispetto al 2008) 
  • Spagna: 212 miliardi di tonnellate / km (-13%)
  • Polonia: 181 miliardi di tonnellate / km (+10%)
  • Francia: 174 miliardi di euro tonnellate / km (-16%)
  • Italia: 168 miliardi di tonnellate / km (-7%) 
  • Regno Unito: 140 miliardi di tonnellate / km (-13%).

Anche il volume dei trasporti di merci su rotaia è diminuito praticamente in tutti gli Stati membri, con l'esclusione dell'Estonia, dove è rimasto quasi stabili. I maggiori cali nel 2009 si sono registrati in Bulgaria (-33%), Belgio (-29%), Lussemburgo e Spagna  (entrambi a -28%) e Romania (-27%). In quattro Paesi membri si registra  poco più della metà del totale trasporto ferroviario di merci UE, ovvero:

  • Germania: 96 miliardi di tonnellate / km (-17% rispetto al 2008)
  • Polonia: 43 miliardi di tonnellate / km (-17%),
  • Francia: 32 miliardi di tonnellate / km  (-21%)
  • Regno Unito: 21 miliardi di tonnellate / km (-15%).

In Italia i trasporti di merci su rotaia sono calati del 25,3% dai 23,8 miliardi di tonnellate / km del 2008 ai 17.8 miliardi di tonnellate / km del 2009.

 

ARTICOLI CORRELATI:

CREDIT
JohnGreyTurner JohnGreyTurner
by flickr

 


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Energia

energia

Green Economy

greeneconomy

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed