Giovedi, 15 Novembre 2018

Back ECONOMIA Categorie Viaggi e Turismo DA CONSUMATORI E TOUR OPERATOR: 10 CONSIGLI PER VIAGGIARE IN MODO RESPONSABILE ED INFORMATO

DA CONSUMATORI E TOUR OPERATOR: 10 CONSIGLI PER VIAGGIARE IN MODO RESPONSABILE ED INFORMATO


tuoroperator10cons.gif
http://www.wikio.it
hotel, promo hotel
  • Prec.
  • 1 of 3
  • Succ.
Da Consumatori e Tour Operator: 10 Consigli per Viaggiare in Modo Responsabile ed Informato | Vacanze |

Abbiamo visto nei giorni scorsi quali consigli Federconsumatori e Adusbef davano ai consumatori per pianificare al meglio una vacanza all'insegna del risparmiopianificare
al meglio una vacanza all'insegna del risparmio. Tra questi c'era anche quello di fare ricorso alle vacanze “fai dai te” che tendono a tagliare i costi anche del 20%. Ma risparmio coincide sempre con il concetto di sicurezza? Per rispondere a questa domanda oggi vogliamo sentire anche la campana dei Tour Operator, che sempre in collaborazione con Federconsumatori e con il Movimento Consumatori hanno redatto un decalogo volto alla promozione di un turismo responsabile ed informato. Questo decalogo è il primo documento informativo, nato dal protocollo di intesa tra associazioni dei Consumatori e Astoi
protocollo di intesa tra associazioni dei Consumatori e Astoi (associazione dei tour operator italiani), che come abbiamo visto ha tra i propri obiettivi quello di aumentare le informazioni a disposizione dei consumatori. Un viaggiatore ben informato e responsabile, infatti è un turista che si gode appieno la sua vacanza, senza cattive sorprese. Il decalogo, realizzato anche con la collaborazione di Assotravel, invita i turisti a riflettere e a tenere comportamenti più attenti e consapevoli nell'acquisto di un pacchetto viaggio. Informazione e consapevolezza sono le due parole d'ordine del decalogo, in quanto indispensabili per realizzare un turismo responsabile ed una vacanza di qualità.
Riportiamo sinteticamente i punti del decalogo


  • Cercare di comunicare all'operatore turistico le aspettative e le esigenze rispetto alla vacanza, in quanto possono differire da quanto previsto dal pacchetto. Questo comportamento eviterà cattive sorprese.

  • Richiedere più informazioni possibili sul Paese che si andrà a visitare di modo da partire più preparati. Prima di partire per un paese straniero è sempre bene registrarsi sul portale dovesiamonelmondo.it

  • Fare attenzione ai Tour Operator con cui si acquistano i pacchetti vacanza. Nel catalogo o sui siti sono disponibili le informazioni sulla Polizza di Responsabilità Civile Professionale di cui sono dotate le imprese turistiche e visualizzare le autorizzazioni necessarie ad operare. Meglio diffidare degli operatori che non offrono queste informazioni.

  • E' bene sapere che la composizione di vacanze “fai da te”, con l'acquisto di pacchetti singoli da diversi operatori, pur facendo risparmiare, come abbiamo visto, non comporta le stesse tutele giuridiche di un acquisto di un pacchetto completo, che ricomprende più di servizi. Per cui è bene fare attenzione anche a questo aspetto.

  • Leggere attentamente le informazioni contenute nelle condizioni contrattuali cartacee o presenti sul web. E' bene informarsi anche sulle condizioni e precauzioni igenico sanitarie del paese che si intende visitare

  • Il decalogo consiglia di scegliere la vacanza in base ad un corretto rapporto qualità-prezzo. È sempre bene ricordare di farsi rilasciare una copia del contratto dopo averlo sottoscritto, per avere sempre sott'occhio i propri diritte e doveri.


COLLEGAMENTI SPONSORIZZATI


  • Nel caso qualcosa non vada come auspicato, è sempre bene contattare il rappresentante locale del tour operator, di modo che sia possibile trovare una soluzione. Se ciò invece risulta impossibile è utile documentare il disservizio con foto, testimonianze e ogni altra prova utile, da allegare ad un eventuale successivo reclamo.

  • Per quanto riguarda i reclami è necessario ricordare che esistono precisi termini e modalità da rispettare per la presentazione dei reclami. L'articolo 98 del codice di consumo chiarisce che va inviata una raccomandata a/r all’organizzatore o al venditore entro 10 giorni dal rientro nella località di partenza

  • Dopo la presentazione del reclamo , in caso di risposta non soddisfacente da parte dell'impresa è possibile ricorrere alle normali vie legali, oppure accedere alla conciliazione stragiudiziale. E' bene informarsi se il tour operator ha aderito al protocollo d'intesa per poter accedere ai vantaggi di questa procedura.

  • Da ultimo il decalogo ricorda che in caso di acquisto su siti stranieri, le eventuali controversie potrebbero comportare la necessità di instaurare cause internazionali con oneri elevati e scarse possibilità di risultato.

A tal proposito, però, ricordiamo che anche in ambito europeo esistono diversi meccanismi per una soluzione stragiudiziale delle controversie, attraverso la conciliazione.


[Via: ]

 

 

 RISORSE:



Da Consumatori e Tour Operator: 10 Consigli per Viaggiare in Modo Responsabile ed Informato | Vacanze |

CREDIT
Si ringrazia l'utente Sprengben [why not get a friend]Sprengben
[why not get a friend] di flickr per l'immagine

 

 


blog comments powered by Disqusblog comments powered by Disqus
  • Ultime Lavoro

  • Fisco e Tasse

  • Scuola ed Istruzione

  • Politica e Società

Alimentari

alimentari

Energia

energia

Green Economy

greeneconomy

Case ed Immobili 

immobili

Risparmio

moneybox
Facebook
Twitter
Rss
FriendFeed